HOME » news

Skybound Games terminerà The Walking Dead: The Final Season

the walking dead final season


Si è parlato tanto della vicenda che ha visto coinvolta Telltale. Molta la preoccupazione da parte dei fan per la cancellazione della seconda stagione di The Wolf Among Us e del videogioco ufficiale di Stranger Things, ma ancor di più a tenere banco nelle ultime settimane è stata la sorte della stagione finale di The Walking Dead.


The Walking Dead: The Final Season non è completo, manca l’ultimo episodio, quello che sancisce la fine delle vicende narrate nella serie videoludica Telltale. Un ultimo aggiornamento aveva messo una pietra tombale sulla questione, infatti, il season pass e i vari episodi della stagione finale erano scomparsi dallo Store. Ora, dal Comic-Con 2018 arriva una nuova speranza. L’episodio finale, molto probabilmente si farà, ma non sarà Telltale a svilupparlo, ma un’altra software house.

Skybound Games terminerà The Walking Dead: The Final Season

Skybound Games ha acquisito la proprietà intellettuale di The Walking Dead, la serie videoludica di Telltale e finirà lo sviluppo della stessa, dando finalmente una fine gloriosa all’ultima stagione. La società lo ha annunciato al New York Comic-Con 2018.

La compagnia lavorerà con i membri del team originale di Telltale Games “per completare la storia in un modo che i fan meritano”.

Dunque, Telltale entrerà comunque nello sviluppo, ma farà solo da cicerone per i ragazzi di Skybound, i quali hanno preso a cuore la faccenda e hanno deciso di prendersi questa responsabilità: ridare ai fan ciò che meritano.

Cos’è Skybound Games? Si tratta della sezione che si occupa di videogiochi facente parte di Skybound Entertainment. L’azienda è stata fondata da Robert Kirkman, sì, proprio il fumettista di The Walking Dead che ha anche collaborato nella realizzazione della serie tv.

Possiamo dire, quindi, che nessuno meglio di lui sa cosa significa lavorare su The Walking Dead. La stagione finale è in buone mani. L’annuncio è arrivato anche su Twitter.

FONTE Gematsu

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

Shadow of the Vatican

Italy&Videogames. Shadows on the Vatican: i misteri sotto ar Cupolone

Playstation

[UPDATE] Un brevetto fa intuire nuove funzioni di retrocompatibilità per Playstation 5