Nel Regno Unito alcune palestre aprono corsi di ballo a tema Fortnite

Fortnite

Più volte su queste pagine abbiamo descritto di come il successo di Fortnite sia talmente travolgente da diventare assolutamente transmediale; abbiamo visto davvero di tutto: dalle popstar giocatrici alle campagne pubblicitarie fatte con gli augmented reality games.

Anche questa volta trattiamo di come il titolo di Epic Games, oltre a essere un vero e proprio mostro di incassi, in grado di supervalutare aziende e in grado di far flettere le quotazioni di altre, sia anche in grado di diventare protagonista di… corsi da ballo.

Nel Regno unito qualcuno imparerà a ballare le emote di Fortnite ai bambini.

Ora, sappiamo tutti che questa notizia ha un retrogusto di follia davvero forte ma respirate e cerchiamo di capire. Nel Regno Unito (come praticamente anche nel resto del mondo) Fortnite è una specie di ossessione per i bambini e per i meno bambini. il livello di apprezzamento per ciò che circonda il titolo ha raggiunto un livello tale da convincere una catena di palestre sparse per il territorio UK a creare un corso di ballo dedicato alle movenze di Fortnite per i bambini.

Le palestre del gruppo David Lloyd Clubs hanno rilasciato anche un’ interessante comunicato con cui tentano di convincere i genitori sulla non malevolenza della cosa. Secondo lo studio condotto dalla palestra:

  • Incoraggiando i bambini e i teenager a praticare tale corso si potrà creare una tipologia di workout adatta a introdurre tale gioventù al mondo del fitness più blando, che è sempre meglio dell’essere sedentari.
  •  

    Le emotes sono qualcosa di molto popolare tra la fetta di popolazione interessata al fenomeno dei videogames e possono aiutare i bambini e i ragazzi a evitare, per quanto più tempo possibile la vita sedentaria che altrimenti intraprenderebbero stando davanti alle console e ai dispositivi ludici per le 2.15 ore giornaliere calcolate attraverso alcuni studi.

  •  

    Questo corso, chiamato Emote Royale, permetterà ai bambini di imparare movenze come l’emote “Floss”, l’emote “Wiggle o l’emote “Orange Justice”; il corso è stato sviluppato a stretto contatto con un gruppo di dodicenni che hanno assicurato il divertimento e la qualità ludica delle ore passate in palestra. In corso per bambini, sviluppato da bambini.

  •  

    Il corso aiuterà i partecipanti a sviluppare anche passi di danza moderna e di ballo che li aiuteranno nel tentativo di eseguire alcune delle emotes più complesse tra quelle present nel gioco come la “robot dance” o la sopracitata emote “floss”. Il corso comprenderà dodici differenti emotes e permetterà ai genitori, nel frattempo di approfittare del restate carnet di corsi offerto dalla palestra.ive this summer and bring the popular computer game to life in a fun, active and original way.’

     

  • Il corso Emote Royale sarà aggiunto a una serie di palestre che verranno appositamente segnalate sul sito del gruppo David Lloyd

Con questo il titolo di Epic Games continua a superarsi, proponendo l’ennesima incursione nel mondo reale di cui moltissimi adulti vorrebbero fare a meno. Inutile dimenticare però l’importanza del movimento e dell’aspetto ludico quando si parla di bambini dodicenni; il corso Emote Royale sarà sicuramente in grado di migliorare il grado di bambini sportivi nel Regno Unito utilizzando la potenza mediatica di Fortnite.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

PlayStation Plus

Rivelati i giochi PlayStation Plus di Settembre 2018

Jurassic World Evolution, come sbloccare i dinosauri della Deluxe Edition

Jurassic World Evolution, in arrivo un nuovo aggiornamento gratuito