Soul Calibur 6 potrebbe avere nuovi personaggi ospiti oltre a Geralt di Rivia

soul calibur

Il mondo dei picchiaduro è conteso tra non moltissime aziende, quasi tutte giapponesi e quasi tutte con esperienza più che decennale nello sviluppare quel determinato genere videoludico. Bandai Namco, nello specifico, possiede due tra i franchise più amati dell’interno panorama videoludico con Tekken per i combattimenti a mani nude e Soul Calibur per quelli con armi bianche.

Quest’ultimo è in dirittura d’arrivo alla sua sesta iterazione, uno sviluppo complicato perché animato dalla paura di fallire nuovamente e vedere il brand affondare per sempre, ma che ha riservato ai fan della saga sorpresone interessanti come l’annuncio di Geralt Di Rivia come personaggio ospite (un canone della serie, che nel corso dei suoi anni ha visto personaggi come Heihachi Mishima, Link, Spawn, Ezio Auditore, Kos-mos e chi più ne ha ne metta).

Bandai Namco, nel corso della giornata di ieri 28 Agosto 2018, ha annunciato di voler tirare fuori nuovi personaggi ospite per questo sesto capitolo della saga.

Soul Calibur 6 avrà un personaggio ospite nascosto all’interno di un DLC.

Motohiro Okubo, producer della serie, all’interno di un’ intervista con DualShockers ha fatto sapere che al momento sta ancora lavorando sui piani per i DLC di Soul Calibur 6. Il Season Pass di quest’ultimo darà accesso a quattro diversi personaggi (uno di questi lo abbiamo già visto e viene direttamente da Soul Calibur 3, cioè Tira). Uno di questi personaggi sarà, secondo le parole del capo della software house dedita allo sviluppo di Soul Calibur 6, un personaggio ospite proveniente da chissà dove.

Okubo si è dichiarato disponibile alla valutazione di eventuali guest star da aggiungere alla già nutrita schiera di combattenti che esisteranno all’interno di Soul Calibur 6. Un personaggio, per diventare guest star all’interno del titolo, dovrà in primis essere in grado di padroneggiare un qualche tipo di arma bianca in modo da adattarsi con semplicità  allo stile di gioco senza dover snaturare nulla.

Per questo motivo la richiesta della community di vedere Kazuma Kiryu all’interno della saga di Soul Calibur, con tutta probabilità, verrà respinta brutalmente a causa dell’assenza di armi bianche nel carnet di mosse del dragone di Dojima; secondo Okubo stesso il protagonista della saga di Yakuza è decisamente più adatto alla saga di Tekken piuttosto che alla saga delle due spade maledette; Tekken stesso, dopo aver annunciato l’arrivo di Negan da The Walking Dead, deve tirar fuori ancora qualche altro personaggio ospite.

Tekken 7

Soul Calibur 6 sarà disponibile dal 19 Ottobre su PC, PS4 e Xbox One; speriamo tutti quanti insieme al producer nel successo del titolo in modo da vedere un eventuale Soul Calibur 7 sugli scaffali fra qualche annetto.

Voi chi vorreste per personaggio ospite?
Fatecelo sapere nei commenti!

 

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

Yakuza

Una nuova IP in arrivo dagli sviluppatori di Yakuza

PlayStation Plus

Rivelati i giochi PlayStation Plus di Settembre 2018