Sembra che Sony abbia più paura di Nintendo e della nuova ibrida della Casa di Kyoto, Nintendo Switch, di quanto sia disposta ad ammettere. Almeno fino ad oggi. Negli scorsi giorni si è tenuta una nuova intervista tra Nikkei e Kazuhiko Takeda, il capo della divisone Corporate Planning di Sony, ed è ora disponibile.

PlayStation 4 continua a vendere bene, anche benissimo in alcuni paesi soprattutto durante il Black Friday e il Cyber Monday, ma Takeda ha ammesso che le loro operazioni più forti hanno comunque dei punti deboli. Uno di questi problemi è, sempre secondo le parole di Takeda, il fatto che Nintendo Switch ha catturato l’attenzione dei consumatori. A causa di questo, Takeda ha detto che Sony “non può ignorare Nintendo Switch”.

L’intervista nel dettaglio: Sony VS Nintendo

Se volete sapere cosa è stato detto con esattezza sull’argomento e sul rapporto tra Sony, PlayStation 4 e Nintendo Switch, sarete felici di sapere che abbiamo tradotto dalla lingua inglese alcuni stralci dell’intervista. Li riportiamo di seguito.

  • Domanda: Così, è possibile che Sony possa superare la previsione dei profitti per l’anno in corso?
  • Risposta: Al momento, possiamo dire con certezza che i 630 miliardi di yen come obiettivo previsto sono ottenibili. Ma anche le operazioni più corpose e forti hanno i loro punti deboli. E il nostro rischio più grande al momento è perdere la nostra intensità.
PlayStation Nintendo
PlayStation Nintendo
  • Domanda: Che sorta di problemi?
  • Risposta: Nel contesto del nostro business, le vendite di PlayStation 4 stanno per affrontare le vacanze Natalizie. Ma non possiamo ignorare Nintendo Switch, che è riuscita ad ottenere l’attenzione dei consumatori. Il nostro modello di business prevede di vendere sia la console che i giochi per essa, quindi stiamo lavorando per continuare ad avere compratori che paghino per i contenuti proposti, ad esempio tramite la sottoscrizione dei servizi.

Insomma, la sfida tra Sony e Nintendo, tra PlayStation 4 e Nintendo Switch inizia ora, poco importa che nel primo caso si tratti di una console con ormai quasi 5 anni completi di presenza sul mercato. Quando si parla di vendita e affari l’anzianità conta poco, la differenza la fanno i consumatori e soprattutto i giochi presenti sulle piattaforme. Sarà una bella sfida, dato che sia Sony che Nintendo di certo non lesinano sulle esclusive di qualità.

Prima di salutarci cogliamo l’occasione per ricordarvi che su Player.it potete trovare tante altre notizie in merito al mondo di Nintendo, recentemente è stata pubblicata online la nostra recensione della killer app del momento su Nintendo Switch, Super Mario Odyssey; lo stesso titolo che si è appena aggiornato e che sembra ricevere complimenti su complimenti, anche da Bethesda. Solo il tempo ci dirà se l’obiettivo di Nintendo è proprio quello di mettere da parte il 3DS e continuare a sviluppare titoli su di un’unica console. Potrebbe anche darsi che nei prossimi anni venga rilasciato un nuovo dispositivo portatile, ma è ancora presto per dirlo. Inoltre, è innegabile che entrerebbe in contrasto con Nintendo Switch, la cui natura è per buona metà quella di una vera e propria console portatile.

Link fonte articolo originale.