Guillermo Del Toro presenterà i prossimi Game Awards

guillermo del toro game awards

Ci avviciniamo ai Game Awards, uno degli eventi più attesi di questa parte finale del 2017. Le nomination sono state già effettuate, ed il prossimo Giovedì 07 Dicembre saranno decretati i titoli vincitori delle varie categorie. Poche ore fa, tramite l’account twitter ufficiale dell’evento, è stata data una notizia che ha già scatenato la curiosità dei gamer di mezzo mondo. Guillermo Del Toro sarà uno degli ospiti d’onore delle gran galà dei videogiochi, e sarà anche uno dei presentatori dell’evento. Inutile dire quanto i giocatori si stiano interrogando sul reale significato della presenza di Del Toro ai Game Awards. Che siano in arrivo altre informazioni su Death Stranding?

Guillermo Del Toro darà informazioni su Death Stranding?

Dopo i Playstation Awards, i cui vincitori sono stati resi noti poco fa, è ancora tempo di premi per i videogame. La notte del prossimo 07 Dicembre decreterà quali giochi si porteranno a casa più riconoscimenti. Va da sé che giochi come Super Mario Odyssey, Horizon Zero Dawn, Wolfenstein II: The New Colossus, Cuphead, What Remains of Edith Finch e l’immancabile PlayerUnknown’s Battlegrounds sono stati nominati in più categorie, ed è probabile che vinceranno ben più di un premio. Ma i Game Awards saranno anche cornice di annunci non da poco. Microsoft, ad esempio, annuncerà la release date di Sea of Thieves proprio in occasione della premiazione. E forse potrebbe non essere l’unico annuncio dell’evento americano.

guillermo del toro death stranding
Che la presenza del regista sia legata a Death Stranding?

È di poco fa la notizia che il celebre regista Guillermo Del Toro sarà presente ai Game Awards non solo come ospite speciale, ma anche in veste di presentatore. Nonostante, al di là di un generico tweet sul tema, non siano state rilasciate molte altre informazioni in merito. Inutile dire che molti giocatori hanno ipotizzato che la presenza di Del Toro sia legata ad un eventuale annuncio di Death Stranding. Il regista, come tutti sanno, rivestirà un ruolo di un certo rilievo nella nuova creatura di Kojima. Inoltre, sempre Del Toro ha dichiarato che il designer giapponese gli avrebbe sottoposto un gameplay di Death Stranding. Tutto questo, si capisce, in via del tutta privata.

Non è dato sapere se la presenza di Guillermo Del Toro ai Game Awards sia legata ad eventuali annunci. L’unico modo per risolvere il dilemma è pazientare fino al 07 Dicembre, giorno in cui sapremo la verità. Fortunatamente per noi, non manca ancora molto.

Restate sintonizzati per ulteriori news in merito.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

Sine Requie: Snake Eyes

Snake eyes: la recensione. Gioia, gli Occhi del Serpente tornano a brillare

The Game Awards 2017: annunciata la presenza di Guillermo del Toro