Come scaricare Fortnite dal Google Play Store

fortnite google play store

Senza particolari preamboli Epic Games ha fatto una mossa interessante ed ha reso Fortnite disponibile per il download all’interno del Google Play Store, dopo ostacolato tale tipo di distribuzione per un anno e mezzo.

Se ora volete approfittare della sicurezza extra data dalla presenza dell’applicazione su di uno store proprietario, abbiamo per voi una guida che vi aiuterà a non compiere errori e a non creare danni.

Vediamo insieme come ottenere Fortnite su Google Play Store

Google Play Store e Fortnite: come scaricare il gioco

Dopo diciotto mesi di permanenza sul suo Epic Games Store Fortnite è infatti arrivato, finalmente, sullo store ufficiale di Google.

fortnite google play store

Per poter scaricare Google Play Store bisogna seguire un procedimento molto semplice:

  • Controllare se il proprio Smartphone è compatibile con il titolo consultando la seguente lista
  • Samsung Galaxy S9, S9+, S8, S8+, S7, S7 Edge, Note 8, A5 (2017), A7 (2017), J7 (2017), J7 Pro, J7 Prime, On7 (2016)
  • Huawei Mate 10, Mate 10 Pro, Mate 10 Lite, Mate 9, Mate 9 Pro, P10, P10 Plus, P10 Lite, P9, P9 Lite, P8 Lite (2017)
  • Nokia 6
  • Motorola Moto Z2 Play, G5, G5 Plus, G5S, E4 Plus
  • LG G6, V30, V30+
  • Sony Xperia XA1, XA1 Ultra, XA1 Plus, XZ, XZs, XZ1
  • Google Pixel 2, Pixel 2 XL
  • Razer Phone
  • Cliccare sull’icona Google Play Store del proprio smartphone
  • Accedere con il proprio account Google
  • Cercare con l’apposita barra Fortnite
  • Scaricare il gioco.

Scaricare Fortnite da Google Play Store comporta qualcosa per i giocatori?

fortnite google play store

Scaricare Fortnite, il popolare Battle Royale di Epic Games dal Google Play Store invece che da Epic Games Store non comporta alcun cambiamento per il giocatore.

Il titolo sarà supportato in egual modo con aggiornamenti costanti che usciranno in contemporanea in entrambe le piattaforme

Come importare l’account Fortnite da console/PC a Mobile

fortnite google play store

Se avete iniziato a giocare a Fortnite su PC o Console e volete continuare la vostra carriera su smartphones non preoccupatevi; a patto che vi siate registrati con la stessa email basterà loggare sulla piattaforma usando gli stessi dati per portarvi, tra una piattaforma e l’altra, tutte le skin ed i costumi del caso.

Le motivazioni dietro la scelta di Epic Games

Da adesso in poi sarà possibile scaricare il popolare battle royale del colosso americano cercandolo direttamente sullo store di Google, senza dover scaricare l’APK dal sito ufficiale per poi installarlo sullo smartphone. In origine la decisione di lasciare Fortnite fuori dalle grinfie di Google era legata alla percentuale dei ricavi generati dall’app che sarebbe dovuta finire presso Mountain View, considerata troppo alta (pari al 30%) rispetto alle mire di Epic.

A far cambiare idea alla compagnia sono stati probabilmente gli eccessivi messaggi pop-up che finivano per comparire sugli smartphone dei giocatori in cui venivano avvertiti dei pericoli legati al download di applicazioni non passando per lo store ufficiale.

Tutto ciò è stato spiegato da Epic Games con un comunicato stampa presso il proprio sito, dai toni abbastanza severi. Per Epic Games il colosso degli ecosistemi smartphone non fa altro che mettere in una posizione ingiustamente svantaggiosa tutti quelli che non vogliono utilizzare il suo store come sistema di pubblicazione a causa dei pop up in cui, spesso, si parla di virus inesistenti.

Non è finita qui!

Scopri altre guide, soluzioni, walkthrough o trucchi per completare il gioco al 100%!

Hai suggerimenti o domande?
Segnalacelo nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

l'horror monstrum uscirà su console

Monstrum, l’horror con il permadeath, arriva su console a maggio

timeline di warhammer 40k

La cronologia degli eventi di Warhammer 40.000 | Timeline