Guida Sea of Thieves: come unirsi ad una ciurma

Sea of Thieves: no alle loot box, sì alle microtransazioni
Recentemente Rare ha rivelato che il sistema di progressione di Sea of Thieves non farà affidamento sulle loot box, ma comunque saranno implementate le microtransazioni.


Lo scorso 20 Marzo è stato il day one di Sea of Thieves. L’esclusiva Microsoft è riuscita a registrare circa 1 milione di giocatori nelle prime 24 ore dal suo lancio, nonostante qualche piccolo problema tecnico. Come ogni fan dell’esclusiva Microsoft sicuramente saprà, la collaborazione è un elemento fondamentale per farsi strada tra i pericoli che infestano i sette mari. Proprio per questa ragione, una delle prime cose che dovrete fare sarà unirvi ad una ciurma, in modo da trovare dei fedeli compagni di viaggio, che vi terranno compagnia nelle vostre avventure. Se avete appena installato il gioco e non sapete come fare, questa guida vi spiegherà tutti gli step necessari.

Sea of Thieves: come trovare dei compagni d’avventura

[amazon_link asins=’B071JYSCC1,1785654314,B0785P78VJ,B079NC8NFH,B079X1WLQ2′ template=’Carosello_prodotti’ store=’frezzanet04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’5e1a61cb-2df3-11e8-961b-e7c87c4d2b59′]

Cominciamo subito con uno step tanto semplice quanto importante. Non importa se siate giocatori alla prima esperienza su Sea of Thieves o meno: ogni volta che avvierete il gioco verrete sempre portati sulla schermata di selezione della nave su cui deciderete di salpare. In questo caso, le scelte sono due. Potrete scegliere di “imbarcarvi” su un galeone, una nave a dir poco gigantesca, la più grande presente nel gioco, con tanti pirati al suo interno; oppure potrete scegliere di spiegare le vele a bordo di una piccola scialuppa, l’imbarcazione perfetta per delle avventure in solitaria.

guida sea of thieves ciurma
Quale nave sceglierete?

Come forse qualcuno avrà già inteso, questo è il modo in cui il titolo vi sta chiedendo se avete intenzione di unirvi all’enorme community di gioco, oppure se invece preferite salpare da soli. Nel caso in cui selezionaste la scialuppa, vi ritroverete sulla vostra imbarcazione da soli, e dovrete veleggiare fino alla taverna, da cui potrete iniziare il vostro viaggio. C’è però un importante particolare da menzionare: nonostante, prediligendo la scialuppa, vi troverete sulla “vostra barca”, la gran parte del mondo di gioco è popolata da altri giocatori, con cui comunque vi troverete ad interagire.

Nel caso in cui, invece, la vostra scelta ricadesse sul galeone, accederete ad una schermata in cui vi verrà chiesto di invitare manualmente i vostri amici, o anche altri giocatori precedentemente incontrati.  È esattamente questo è il modo in cui potrete giocare con i vostri amici in Sea of Thieves. In questa schermata, infatti, noterete facilmente l’opzione “Invita un giocatore“, con cui potrete selezionare qualcuno dalla vostra lista di amici che desiderasse unirsi alla vostra avventura negli sconfinati oceani dell’esclusiva Microsoft.

Galeone o scialuppa di salvataggio?

sea of thieves equipaggio
Sarete dei lupi di mare solitari o veleggerete in compagnia?

Nel caso in cui vogliate semplicemente giocare in compagnia di utenti random, limitatevi semplicemente ad avviare il gioco. In questo modo, verrete uniti insieme ad altre tre giocatori casuali, che diventeranno i vostri compagni di viaggio. Nel caso in cui stiate giocando alla versione PC di Sea of Thieves, e nel caso in cui abbiate scelto la selezione randomica precedentemente indicata, premendo il tasto “T” potrete attivare una chat con gli altri membri della ciurma, nel caso in cui siate sprovvisti di un paio di cuffie.

Dobbiamo avvisarvi che, qualora sceglieste la scialuppa, potreste comunque imbattervi in galeoni e ciurme nemiche. Tuttavia, la scialuppa è senza dubbio più veloce del galeone. Sfruttando questo vantaggio, potreste anche abbordare le navi nemiche, depredarle, e darvi alla fuga in men che non si dica.

Ora siete in possesso di tutte le informazioni necessarie per unirvi ad una ciurma in Sea of Thieves, o per formare il vostro equipaggio di pirati. Se siete alla ricerca di altre guide sul gioco Rare, vi consigliamo di dare uno sguardo a quelle da noi realizzate su:

Restate sintonizzati per ulteriori news in merito.

Non è finita qui!

Scopri altre guide, soluzioni, walkthrough o trucchi per completare il gioco al 100%!

Hai suggerimenti o domande?
Segnalacelo nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

tomb raider

Due parole su: Tomb Raider

tomb raider trilogy remaster cancellata

Tomb Raider: la Trilogy Remaster non si farà