Diario del dott. Flammini 10 ottobre 1957

Diario del dott. Flammini - 5 ottobre 1957iario-dott-flammini-10-ottobre-1957


Diario del dott. Flammini 10 ottobre 1957

Questi sono completamente pazzi! L’altro giorno Raimondo è entrato nella mia stanza con in mano la mia carta di identità e, con sguardo perplesso, mi ha chiesto cosa fosse.

Gli ho risposto che era semplicemente la mia carta di identità; mi ha chiesto se era uno scherzo, indicandomi il simbolo della Repubblica sul dorso.
Non sapevo cosa rispondere: mi sono limitato a guardarlo fisso, senza pronunciare parola.

Mi ha chiesto se sono un Fascista: io, un FASCISTA! Gli ho risposto seccamente di no. Che ero comunista. Che ero un partigiano della Majella. Che ero un eroe, IO!

Mi ha guardato strano, poi ha preso il portafogli per ridarmelo. Era palese, voleva rimettere dentro la MIA carta di identità ma… si è fermato.
Ha osservato meglio all’interno e poi ne ha tirato fuori la MIA tessera del PCI.

L’ha guardata come se avesse visto il diavolo.
Mi ha fissato negli occhi e mi secco ha chiesto : “che cosa è questo?
Mi sono limitato a rispondergli “la mia fede politica…

Non ha aggiunto altro.
E’ uscito velocemente dalla mia stanza senza nemmeno riflettere che aveva lasciato la porta aperta, cosi sono uscito.

Ritrovatomi nel portico, ho sentito del rumore di metallo, di un rumore come se due auto si fossero appena scontrate.

Affacciatomi dalla balconata, ho visto due giovani che combattevano tra loro con delle spade. Non so il perché, ma rientrai immediatamente nella mia stanza… e non feci altro che pensare, pensare, pensare tutto il dì.

Quando mi colse il freddo notturno, mi destai dalla mia riflessione che ancora osservavo lo spento camino, poi capii.

Non vi era termosifone: c’era camino!
Non vi era elettricità: c’era candela!
Non vi era acqua calda: c’era tinozza d’acqua fredda!
Non vi era auto: c’era cavallo!

Ero indietro nel passato, questo era chiaro, lampante; ma possibile come?
L’aereo, ecco!

<- Capitolo IIICapitolo V ->

________________________________________________________________________

[amazon_link asins=’8899579105,8895313127,8895001109′ template=’ProductCarousel’ store=’frezzanet04-21′ marketplace=’IT’ link_id=”]

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Andrea De Bellis

Appassionato da sempre di gioco di ruolo, intervallo per anni la mia vita tra questi, lo studio e il lavoro. Dopo un periodo da giornalista professionista decido di laurearmi in storia, mia altra grande passione. Da qui il passo alla scrittura è breve.

Comprendendo come l'intrattenimento non possa essere in alcun modo scisso dal provare emozioni, mi propongo quale recensore emozionale per Player.it, ideando e curando nel frattempo le rubriche "Italy&Videogames", "Interviste Impossibili", "LARP: A Night With..." e "Autori di Ruolo: D12 domande a...", scrivendo il romanzo "Il diario del dott. Flammini" e ideando e lanciando le rubriche "Venerdì Oldies" e "Recensioni Emozionali", sostenendo sempre quanto sia più interessante parlare di "cosa suscita un titolo quando lo si gioca" piuttosto che l'evergreen "cosa è e come come funziona questo gioco".

Il gioco è intrattenimento, l'intrattenimento è emozione, l'emozione è vita.

Last Day of June: un regalo per chi lo acquista su Steam

Final Fantasy XV: Tabata interessato a un’espansione su Luna?