Diario del dott. Flammini 5 ottobre 1957

Diario del dott. Flammini - 5 ottobre 1957iario-dott-flammini-5-ottobre-1957


Diario del dott. Flammini 5 ottobre 1957

Oggi sto un po meglio, mi hanno portato nella, come la chiamano loro, Rocca di Ravenna. Quando starò meglio dicono che mi porteranno dal Gran Maestro della Rocca, qualunque cosa ciò voglia dire.

Oltre una suora che mi accudisce, oggi è venuto a trovarmi anche Raimondo, cosi si chiama l’uomo con la grande Croce Rossa sul petto che mi ha portato qui.
Mi ha raccontato che vagavo per le campagne di Ravenna quando mi ha trovato vicino ad un casolare abbandonato e distrutto, che ero in stato confusionale.

Dice di essere stato attirato li da una forte esplosione che proveniva dal casolare, ma io non ricordo nulla di tutto questo.

Io ricordo solo… Ho provato a spiegargli che ero a bordo di un aereo e che questo è precipitato. Mi ha guardato interdetto dicendo che era impossibile, “a meno che io non fossi un cherubino“. Poi si è messo a ridere.
Vi rendete conto? Mi ha dato del cherubino, di quelli che con le ali che volano… Come se
non sapessi che i cherubini sono piccoli bambini che vivono in Paradiso.
Poi dicono che il pazzo sono io.

Raimondo dice che ho battuto violentemente la testa e che ho dei problemi a ricordare le cose, è per questo che faccio confusione con le date o con i nomi.
Ma qui non è questione di confusione. Non so cosa sta succedendo intorno a me ma qualcosa non va: forse sono finito in un manicomio e sono qui perché credono che sia pazzo.
Si, deve essere cosi, non può esserci altra spiegazione… Domani chiederò di telefonare ai miei familiari cosi potrò andare via da qui.

Questo posto mi mette i brividi e scrivere a lume di candela mi snerva.

Io dico, possibile che in un ospedale non ci sia corrente elettrica?

<- Capitolo I Capitolo III ->

________________________________________________________________________

[amazon_link asins=’8899579105,8895313127,8895001109′ template=’ProductCarousel’ store=’frezzanet04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’a0dfcc6b-7dea-11e7-b232-9951c01e68d0′]

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Andrea De Bellis

Appassionato da sempre di gioco di ruolo, intervallo per anni la mia vita tra questi, lo studio e il lavoro. Dopo un periodo da giornalista professionista decido di laurearmi in storia, mia altra grande passione. Da qui il passo alla scrittura è breve.

Comprendendo come l'intrattenimento non possa essere in alcun modo scisso dal provare emozioni, mi propongo quale recensore emozionale per Player.it, ideando e curando nel frattempo le rubriche "Italy&Videogames", "Interviste Impossibili", "LARP: A Night With..." e "Autori di Ruolo: D12 domande a...", scrivendo il romanzo "Il diario del dott. Flammini" e ideando e lanciando le rubriche "Venerdì Oldies" e "Recensioni Emozionali", sostenendo sempre quanto sia più interessante parlare di "cosa suscita un titolo quando lo si gioca" piuttosto che l'evergreen "cosa è e come come funziona questo gioco".

Il gioco è intrattenimento, l'intrattenimento è emozione, l'emozione è vita.

Dissidia Final Fantasy NT: annunciata la data d’uscita!

WWE 2K18: The rock è l’Executive Soundtrack Producer