Scheda Tecnica di The Elder Scrolls Online: Waking Flame (DLC)

Disponibile su: PC, PS4, PS5, Stadia, Xbox One, Xbox Series X

TI PIACERÀ SE

NON TI PIACERÀ SE

Dettgli:
Sviluppatore: ZeniMax Online Studios
Publisher: Bethesda Softworks
Disponibile per: PC | PS4 | PS5 | Stadia | Xbox One | Xbox Series X
Genere: MMO
Data di rilascio: 26/08/2021
Tempo di gioco stimato: 3 ore

Dopo l’espansione Blackwood, l’arco narrativo di Gates of Oblivion ci porta un secondo dungeon pack, The Elder Scrolls Online: Waking Flame, che per molti aspetti ricalca le orme del primo dungeon pack di questa stagione, Flames of Ambition.

Waking Flame introduce due dungeon nuovi di zecca: Red Petal Bastion, situato nella regione di Glenumbra, e The Dread Cellar, all’interno della regione di Blackwood.

Nel corso di Red Petal Bastion dovremo scoprire le intenzioni dei cavalieri dell’ordine dei Knights of the Silver Rose, che all’improvviso hanno iniziato a depredare reliquie sacre dopo secoli al servizio del mondo di Tamriel.

In The Dread Cellar, invece, indagheremo sugli antichi legami tra l’Impero e i culti daedrici, e avremo modo di portare alla luce alcuni segreti che molti avrebbero preferito dimenticare.

Entrambi i dungeon sono affrontabili nelle modalità Normal, Veteran e Hard Mode, e offrono una lunga lista di ricompense: in Red Petal Bastion possiamo droppare i set Thunder Caller (leggero), Grisly Gourmet (medio), Silver Rose Vigil (pesante) e Prior Thierric (Monster Set), mentre in The Dread Cellar troviamo Scorion’s Feast (leggero), Rush of Agony (medio), Crimson Oath’s Rive (pesante) e Magma Incarnate (Monster Set).

Oltre all’equipaggiamento, in tutti e due i dungeon possiamo guadagnare una lunga lista di achievement, titoli, arredi, collezionabili, memento, colori e perfino il pet Scorion Pyreling.

The Elder Scrolls Online: Waking Flame è incluso nell’abbonamento ESO Plus, oppure è acquistabile singolarmente per 1.500 Crown in versione normale, o per 4.000 Crown nella versione Collector’s Bundle, che include anche la mount Silver Rose Senche-Serval e il pet Ironclad Senche-Serval Kitten.

Dopo Waking Flame sarà il turno dell’espansione Deadlands. che porrà fine alla stagione dei Cancelli di Oblivion, e aprirà la strada al prossimo arco narrativo di The Elder Scrolls Online.

Gli ultimi articoli

Il DLC The Elder Scrolls Online: Waking Flame spiana la strada per il gran finale

La stagione di Gates of Oblivion si fa bollente: dopo le Fiamme dell’Ambizione (il dungeon… Continua

Iscriviti alla Newsletter dedicata a The Elder Scrolls Online: Waking Flame (DLC)

Consento l'utilizzo della mia email per ricevere gli aggiornamenti inerenti 'The Elder Scrolls Online: Waking Flame (DLC)', i dati forniti saranno protetti rispettando i termini presenti nel documento sulla privacy.
Scheda tecnica a cura di:

Articolo a cura di Pierluigi Michetti

Pierluigi è un abruzzese di 33 anni, cittadino d'Europa e appassionato non soltanto di tutto ciò che sia vagamente fantasy, ma anche di mitologia, rievocazione storica e rasatura tradizionale.

Cresciuto a pane, olio d'oliva, videogame di ruolo, letteratura fantasy, lezioni di pianoforte ed heavy metal, studia Scienze Politiche, prima, Pubblicità e Marketing, poi, e a metà della storia si ritrova a fare il copywriter e il redattore.

Dopo aver adorato D&D 3.5, Sine Requie, Il Richiamo di Cthulhu e altri titoli meno celebri, si ritrova quasi per caso a sfogliare il PHB e la DMG di D&D 5E, e lì viene risucchiato in un vortice dimensionale senza via di scampo. Dopo aver giocato il Guerriero / Chierico per una dozzina d'anni, attualmente si diverte con un Barbaro in una campagna, fa il DM in una seconda, e gioca (male) un Warlock Legale-Malvagio in una terza, sempre con lo stesso gruppo.

In tenera età, armato di un Amiga Commodore 64 e un SEGA Master System II Plus, inizia a esplorare il multiverso videoludico; la vera passione, però, sboccia soltanto con l'arrivo di un Pentium 1 133 MHz.

I titoli amati, in ordine sparso: da Age of Empires a Earthsiege 2, da Earth 2140 a Carmageddon, e poi SimCity, SimCopter, i simulatori di volo, Populous, Black & White, Monkey Island, Wolfenstein, BloodRayne, Planescape: Torment, i Baldur's Gate (inclusi i Dark Alliance), Dark Forces, senza dimenticare Ultima Online, World of Warcraft, i due Knights of the Old Republic (giocati più volte di quel che il pudore mi consente di ammettere), Star Wars the Old Republic, i vari Max Payne, i Vampire the Masquerade: Redemption e Bloodlines, Kingdom Come: Deliverance e naturalmente la saga di The Witcher, quella di Dragon Age, i vari The Elder Scrolls (incluso l'Online) e soprattutto quella di Mass Effect, di cui è perdutamente innamorato.

Dopo una primissima adolescenza trascorsa in compagnia dei romanzi di Tom Clancy e Bukowski, spicca il volo con gli autori canonici, tra cui Tolkien, G. R. R. Martin, J. K. Rowling, Weis - Hickman, Terry Pratchett, Stephen King, Gemmell, Howard e -in parte- Terry Brooks; attualmente adora la prosa di H. P. Lovecraft ma non tanto la sua poesia, divora Luk'janenko, Sapkowski, Karpyshyn, Zahn e tutto l'Universo Espanso di Star Wars.

playstation showcase 2021, playstation 5, sony, god of war: ragnarok

Opinone | Showcase Sony: cinque considerazioni di un sonaro (abbastanza) onesto

lost in random - scheda giochi _immagine in evidenza

Lost In Random