The Zombie Island of Dr. Ned: Recensione


Recensione di Fabiano “Deimos” Zaino

Il titolo è disponibile per PC, XBOX360° e PS3, la versione testata è quella per PC

Uscito sul mercato il 9 dicembre, Borderlands The Zombie Island of Dr. Ned è arrivato solo da pochi giorni alla nostra redazione di games.it e da subito si è rivelato uno dei DLC più promettenti del mercato: non solo divertente ma anche estremamente coinvolgente. Questa “aggiunta” nel mondo di Borderlands, segna ottimi punti per quanto riguarda le promesse di ampliamento del titolo base da parte di Gearbox ma andiamo con ordine e vediamo cosa abbiamo di nuovo per le mani.


 
UN ISOLA VENDUTA A 7,99 euro
The Zombie Island of Dr. Ned altro non è che un isola in cui gli utenti potranno divertirsi a massacrare zombie e creature uscite dalla folle mente del solite pazzoide di turno. L’espansione presa in esame però ha la forza di evolversi in qualcosa di diverso dal solito add-on ufficiale, difatti tutta la storia principale ma ancora di più l’ambientazione, sarebbero state in grado di reggere da sole il confronto diretto con il titolo base – fra l’altro, qui si denota ulteriormente un uso della comicità nera molto forte e ben amalgamato con le atmosfere generali. Anche i nemici, benché si prospetta un level cap uguale se non inferiore al 45 o 50 esimo livello, nascondono qualche bella sorpresa e passare da un trucido massacro di zombie al combattere contro il boss zucca, oltre che divertente, potrà essere anche complicato proprio per la cattiveria di alcune creature di estremo rilievo. Altre creature da tenere in stretta considerazione saranno i Profanatori che con il loro vomito, destabilizzeranno fortemente la nostra salute fino a portarci alla morte e i cosiddetti Kamikaze che da nome stesso, potete immaginare cosa faranno, armati di barili esplosivi.

Purtroppo, The Zombie Island of Dr. Ned ha un enorme difetto, dura poco, pochissimo: la quest principale non supera le 3 ore e se proprio volessimo fermarci a fare ogni quest secondaria, il DLC non durerebbe comunque più di 5 ore scarse. Un difetto che però non è proprio da considerare come tale, visto che stiamo sempre parlando di un pacco aggiuntivo…certo, in circolazione ci sono dei DLC che durano molto di più ma che, lasciatemelo dire, non sono cosi divertenti come in questo caso.

Anche dal punto di vista grafico, non ci dobbiamo aspettare nulla di nuovo, d’altra parte il gioco originale è uscito da pochissimo e pensare ad un incremento grafico in cosi poco tempo sarebbe stato da folli. Comunque sia, la grafica rimane ottima come da gioco base, anzi, le ambientazioni di questo The Zombie Island of Dr. Ned saranno terribilmente cupe ma non solo, le creature in esame sono visualizzate a metà strada fra il grottesco, l’horror classico o il cartoonoso tetro alla Nightmare Before Christmas. In ultimo, segnalo delle musiche davvero azzeccate, sempre in tema fra il terrore e l’humor nero che in una ambientazione del genere, proprio non poteva mancare.

the-zombie-island

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Alessandro Ajello è il campione italiano di Tekken 6!

Lego Rock Band