Annunciato Twin Mirror, il nuovo titolo di Dontnod

twin mirror

Continua la serie di annunci pre-E3 da parte di Sony. Dopo aver visto, nei giorni scorsi Tetris Effect o la data d’uscita per Days Gone, oggi l’azienda giapponese ci propone il nuovo titolo di Dontnod Entertainment: Twin Mirror.

twin mirror

Il titolo, annunciato in tandem da Dontnod Entertainment e Bandai Namco, è un avventura in arrivo su PS4, PC Windows e Xbox One con un sentore di Twin Peaks che aleggia nell’etere: niente di meglio in cui poter sperare.

Vediamo insieme più nei dettagli di cosa si tratta.

Twin Pea…Mirror?!

 

Bastano quindici secondi di trailer per poter andare a pescare le influenze principali di Twin Mirror: si ascoltano suoni che sembrano usciti da un bel thriller americano, luoghi che sembrano rubati alla Twin Peaks di Lynchiana memoria o alla Greenvale di Deadly Premonition. La città di Basswood sarà per un po’ la nuova casa dei giocatori.

Mentre scorrono le immagini a schermo possono tornare in mente anche i fasti di Alan Wake o addirittura i ricordi di Silent Hill 2, vuoi per la presentazione del trailer, vuoi per la nebbiolina; Twin Mirror colpisce quella zona del cervello.

twin mirror

La seconda metà del trailer parla invece a un altro emisfero, quello del nonsenso e del mistero; parla di identità spezzate, di blackout notturni e di omicidi compiuti. Una camicia macchiata di sangue e un losco doppleganger fatto di uno strano liquido azzurrino faranno il resto nel definire atmosfere e direzioni del titolo Dontnod.

Ma quindi come si gioca?

twin mirror

Twin Mirror è un avventura investigativa che richiama il thriller, la psicologia e le ambientazioni dell’america rurale. Nei panni di Samuel, un giornalista investigativo di 33 anni con una separazione alle spalle, ci si ritroverà a dover fare i conti con una camicia sporca di sangue e nessun ricordo della sera precedente.

Twin Mirror ci porterà all’interno della mente danneggiata di Samuel, a dover fare i conti con i suoi ricordi sofferti per tirare fuori la soluzione di questo mistero, a suon di scelte complicate e dolorose come Dontnod ci ha sempre abituato. Scelte che avranno ripercussioni sul caso e sul mondo di gioco stesso.

Eric Hartness, vice presidente Marketing di Bandai Namco Enterntainment America ha spiegato che al giorno d’oggi i giocatori cercando viaggi narrativi particolari; viaggi in cui non è sono le difficili scelte morali ad agire sul corso degli eventi; scelte con effetti reali e drammatici sull’andamento del titolo.

twin mirror

Una prima volta per Bandai Namco.

Per Bandai Namco Entertainment l’esperimento di Twin Mirror è la prima avventura vera e proprio da tanto tempo, realizzata con il contributo di Dontnod, una software house che invece ha raggiunto il successo proprio grazie a questo genere. L’azienda giapponese ha dichiarato di voler realizzare un titolo che soddisfi e superi degli standard altissimi, in grado di gettare le fondamenta per lo sviluppo di un filone di avventure narrative tutto nuovo per gli anni a venire.

Considerando i trascorsi di Dontnod e il successo che essa ha avuto con i vari capitoli di Life Is Strange non ci sarà di che stupirsi se il titolo diventerà un vero e proprio successo commerciale; ancora da definire le modalità con cui l’avventura sarà distribuita; se seguirà una natura episodica (in grado di adattarsi comodamente all’impostazione telefilmica della storia) o se invece sarà consegnata al giocatore in blocco, come è successo per Vampyr.

Il titolo sarà disponibile nel corso del 2019 su PS4, Xbox One e PC, restate con noi su Player.it per scoprire quante più cose possibili sul titolo.

 

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

Dead Or Alive 6

Annunciato Dead Or Alive 6

Games Workshop annuncia Warhammer Age of Sigmar

Games Workshop annuncia Warhammer Age of Sigmar: Champions