Lost Judgment: Sega ci spiega la storia in un nuovissimo trailer

rivelata la storia di lost judgment

Sega ha pubblicato uno story trailer più esteso di quello mostrato alla Gamescom, in cui vengono anticipati gli eventi che daranno il via alla storia di Lost Judgment, tutta da vivere vestendo i panni di Takayuki Yagami, protagonista anche del primo capitolo.

Yagami è un ex avvocato che, pentitosi delle sue scelte che lo hanno portato in passato a preferire la vittoria alla verità, diventa un investigatore privato. Nel capitolo precedente, un serial killer mieteva vittime tra la Yakuza, ma cosa ancor più macabra e misteriosa, lasciava i corpi con gli occhi cavati dalle orbite.

In Lost Judgment, invece, come appunto mostra lo story trailer, gli eventi hanno inizio con un incendio in un edificio abbandonato di Yokohama. I vigli del fuoco arrivati sul posto rinvengono il corpo in stato di decomposizione di un uomo avvolto in un telo. Nel mentre, durante il suo processo, Akihiro Ehara, condannato a sei mesi di lavori forzati per un altro reato, confessa tra lo stupore di tutti di essere l’assassino proprio dell’uomo ritrovato nell’edificio diroccato, tal Hiro Mikoshiba, reo di aver indotto al suicidio il figlio dell’imputato.

Venuto a sapere dell’accaduto, Yagami decide di indagare perché molte cose non tornano, infatti, lo stesso Ehara risulta reticente su molti altri fatti. Sta proteggendo qualcuno? È stato davvero lui a commettere l’atroce delitto?

Yagami, investigando sul caso, metterà a repentaglio la propria vita e quella dei suoi amici e colleghi, ancora una volta.

Lost Judgment, dunque, non si smentisce affrontando tematiche mature in modo diretto, senza fare tanti giri di parole ed edulcorare la pillola. Un marchio di fabbrica dei lavori di Ryu Ga Gotoku Studio, autori anche della serie Yakuza, è proprio la capacità di creare intrecci appassionanti, mai banali e con una crudezza mai fine a se stessa.

Lost Judgment sarà disponibile dal 24 settembre 2021 su PS4, PS5, Xbox One e Xbox Series X/S.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

UFL, goals, gamescom 2021

Davide contro Golia alla Gamescom 2021: UFL e Goals sfidano Fifa e PES

tails of iron copertina

Gamescom 2021 | Tails of Iron si mostra in un nuovo trailer