FIFA 22: ecco le novità della modalità Pro Clubs

L’ondata di Italico entusiasmo in ambito sportivo, a seguito della vittoria negli Europei di Calcio si è fatta sempre più forte e sta lentamente contagiando tutti anche negli altri sport (vedete anche i recenti risultati alle Olimpiadi). Quale modo migliore di aumentare l’hype sportivo, ed in precisione calcistico in previsione della nuova stagione, se non quello di continuare a parlare delle novità del prossimo FIFA22?

Dopo le novità portate dalla tecnologia Hypermotion, scoprite con noi qualche dettaglio in più sulla modalità Pro Clubs.

La modalità Pro Clubs, la grande dimenticata

Pro Clubs è una modalità di gioco molto popolare nella community di FIFA, che permette di creare e personalizzare il proprio giocatore o “Pro“, che può poi essere utilizzato online con e contro altri giocatori in match 11vs11.
Sin dalla sua introduzione è stata una delle modalità più apprezzate dai gamer proprio perché rappresenta(va) il giusto equilibrio tra gameplay e divertimento con gli amici.

Purtroppo, negli ultimi anni – ed in FIFA21 soprattutto – la modalità Pro Clubs è stata un pò abbandonata a se stessa, presentando ai giocatori un prodotto poco aggiornato e macchinoso nel suo utilizzo, al quale è sempre stata preferita la modalità VOLTA o la Ultimate Team. Con FIFA22 EA Sports ha deciso di rivedere in toto la tanto amata modalità, rendendola più appetibile e più godibile sia per i player di vecchia data che per chi si affaccia per la prima volta nel mondo dei Pro!

La Fifa Social Experience

FIFA22 vuole proporsi come un gioco calcistico a tutto tondo e, per far ciò, ha puntato su una Social Experience che mette l’interazione tra utenti al centro di tutto.
Ricordate quanto era difficile trovare partecipanti alle partite Pro Club e, soprattutto, quanto era fastidioso vedere la chat di gioco stopparsi immediatamente al triplice fischio di una partita? Bene, adesso dimenticatelo!

La nuova modalità Pro Clubs potrà contare su un sistema avanzato di Drop-In per semplificare l’entrata e l’uscita di giocatori in lobby partita, così come un nuovo sistema di inviti agli amici. Aggiungersi ad un Club non è mai stato così facile come quest’anno.
Altra nota lietissima è la possibilità di utilizzare la Chat Vocale sin dalle fasi di lobby e creazione della squadra: in questo modo ci si potrà già accordare su ruoli e tattiche da utilizzare in partita e, perché no, scherzare con il resto dei membri del nostri 11 titolare.

Grazie a queste due features il team di sviluppo EA auspica di ridurre al minimo i tempi morti ed i tempi di attesa, in modo tale da consentire a tutti subito di entrare nel vivo della partita. Che si stia effettivamente già giocando o meno.

Crescere, senza fermarsi mai

Tutti da bambini sognavamo di diventare calciatori professionisti. Alla base di quel sogno – per chi ce l’ha fatta ed è arrivato a giocare davvero partite di alto livello – c’è la crescita. Similmente a quanto avviene nel mondo reale anche in FIFA22 è stato implementato un sistema di miglioramento e crescita del giocatore composto da varie aree complementari, che si intrecciano alla base del nuovo Albero di Crescita.

In questo nuovo capitolo di FIFA il Pro che andremo a creare potrà basarsi su uno di 5 archetipi, delle idee che EA Sports suggerisce per poter incanalare il proprio giocatore verso un ruolo più definito rispetto al passato. Dove prima c’era il semplice Attaccante adesso vedrete il Rapace d’area di rigore o il bomber. Degli archetipi su cui basarsi per iniziare la vostra avventura nel mondo dei Pro.
E proprio grazie a questi ed alla nuova IA e Machine Learning potrete approfittare di statistiche più dettagliate a fine partita, le quali forniranno dei punti di miglioramento – i classici punti Exp – da poter spendere per sbloccare nuovi rami dell’Albero di Crescita, Skills e Perks.

Parliamo dei Perks. Sono una caratteristica nuova di zecca per il Pro Clubs in FIFA22 e possono essere utilizzati per conferire al proprio Campione dei bonus temporanei alle statistiche che possono rivelarsi poi fondamentali ai fini del risultato di una partita.

Ogni Pro può equipaggiare – e lo si fa semplicemente accedendo al menu di crescita del proprio Calciatore Virtualefino a 3 Perk contemporaneamente, i quali richiedono di soddisfare determinate condizioni – passaggi riusciti in partita, tiri in porta, dribbling effettuati e via discorrendo – prima dell’attivazione. Superata la discriminante all’attivazione, il Perk entra automaticamente in funzione e può portare vantaggi sia al singolo giocatore che di squadra; siete solisti o prediligete il lavoro di squadra? Sta a voi decidere quale uso fare di questa nuova possibilità messavi a disposizione con FIFA22.

Il sogno dell’Equal Football

La nuova iterazione sportiva targata EA Sports punta a far divertire anche attraverso la personalizzazione avanzata di tutto ciò che fa da contorno al mondo del calcio, e non solo.

In FIFA22 la cosiddetta Team Customisation darà per la prima volta all’utente la possibilità di modificare ogni aspetto del proprio Club. Stadio, divise di gara, erba del campo, cori dei tifosi e persino il colore delle reti; ogni cosa sarà altamente customizzabile in modo da rendere ogni Club diverso dagli altri così da rispecchiare al meglio le idee del proprio Presidente!

Sempre in ambito personalizzazione è graditissima – ed era anche ora che un gioco del calibro di FIFA puntasse in questa direzione – la possibilità di creare un avatar donna!
Senza malus alle caratteristiche, senza differenze in Perks e Skills, a tutti i giocatori sarà offerta la possibilità di portare avanti in modalità Pro Clubs la carriera di una Calciatrice che scenderà in campo al fianco di tutti gli altri 10 avatar della sua squadra.

Nel mio piccolo non posso che applaudire EA Sports per questa decisione. Il calcio femminile merita la stessa visibilità di quello maschile e la sensibilizzazione del mondo, al giorno d’oggi, passa anche attraverso Internet ed i Videogames come FIFA.


Queste novità vi soddisfano? Darete una nuova chance alla modalità Pro Clubs nel prossimo FIFA22?

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Michele Giannini

Gioco ai videogames sin da quando erano caricati su floppy disk ed il gamepad per eccellenza era il Microsoft Sidewinder.
Da li in poi è stato un susseguirsi di cartucce in cui soffiare, joypad, console ed aggiornamenti di sistema.
Sono un tech-dipendente, con un passato nel mondo dei GDR - ah, quante serate passate a giocare a D&D - nonché musicista mancato.
Leggo libri e fumetti e seguo tante, forse troppe, serie tv che persino i miei arretrati hanno gli arretrati da recuperare.
Mi piace smontare e rimontare cose, e prima o poi la Morte Nera Lego sarà mia!

Sono fortunato ed ho tante console, ma gioco principalmente su PS5, PS4 ed Xbox Series S... Se vuoi giocare con me qui ci sono i link ad miei account, aggiungimi agli amici!
https://linktr.ee/MG_Ringo89

dreamscaper

Dreamscaper | Recensione (Switch): possiamo soltanto sognare?

giochi ambientati sulla neve, videogiochi ambientati sulla neve, videogiochi a tema invernale, videogiochi action a tema invernale

Inferno bianco: cinque giochi d’azione ambientati sulla neve