In Horizon Forbidden West ci sarà enfasi nel rapporto coi personaggi

Dopo l’appuntamento con l’ultimo State of Play di Sony, Horizon Forbidden West ha mostrato un estratto di ciò che ci aspetterà dall’esperienza di gioco, tra scenari mozzafiato, nuove meccaniche e nuovi robottoni animaleschi, ma anche per quel che riguarda i personaggi.

Proprio sui personaggi è voluto tornarci Benjamin McCaw, Narrative Director del titolo, durante un’intervista con i colleghi di Game Informer. Lo sviluppatore ha dichiarato che ci sarà il ritorno di alcuni vecchi personaggi incontrati in Horizon Zero Dawn, e che, giustamente, ci saranno anche nuovi incontri che potranno solleticare la curiosità dei giocatori.

McCaw ha anche riferito che l’intero team di sviluppo stavolta si è concentrato molto sui personaggi che accompagneranno la protagonista Aloy in giro per l’apocalittica West Coast americana. L’obiettivo di Guerrilla Games è stato proprio quello di enfatizzare il rapporto che il giocatore ha con i personaggi del gioco.

Questa è una cosa a cui abbiamo pensato molto dopo l’uscita dell’ultimo gioco. Una delle cose che volevamo fare era aumentare la quantità di tempo che Aloy trascorre con i suoi compagni. Questo è legittimo nella missione principale, quando Aloy si avventura nel Forbidden West. Ma accade anche per le missioni secondarie.

Ciò che volevamo davvero era molto più tempo da passare insieme. Volevamo che le persone coltivassero quell’attaccamento emotivo che avevano coi loro compagni. Questo è stato uno dei punti principali dello sviluppo per noi, sia dal punto di vista della storia che del design delle missioni.

Non sappiamo se questo “attaccamento emotivo” significhi anche un approfondimento dei rapporti tra i personaggi con risvolti romantici o amorosi, ma, a naso, sembrerebbe che Horizon Forbidden West si concentri più sull’azione e sulla caccia. Lo stesso world design del gioco sembra comunicare proprio una particolare attenzione per l’esplorazione. I giocatori potranno riconoscere diversi punti di interesse degli Stati Uniti attuali trasposti nell’immaginario post-apocalittico di Guerrilla Games.

Tra le altre novità rivelate durante l’intervista, sembra anche che l’albero delle abilità sia stato completamente ridisegnato con nuove abilità. L’intero sistema è stato lavorato in modo da rispecchiare le scelte di play-style del giocatore, e ogni stile si adatta alle rispettive “Valor Surges“, delle nuove meccaniche di gioco. Si tratta di abilità che vengono rilasciate una volta riempite delle apposite barre attraverso il gameplay, e possono essere attivate solo una alla volta. Il loro utilizzo aggiunge un pizzico di tattica al combat system di Horizon.

Horizon Forbidden West uscirà su PS4 e PS5 verso la fine del 2021, ma ancora non ha una data d’uscita dichiarata. Ci sono addirittura alcune voci che vogliono il gioco ritardato fino al 2022, ma aspettiamo i risvolti dell’E3 2021 per avere, magari, altre notizie a riguardo.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Game Informer

Articolo a cura di Alessandro Colantonio

Game designer in erba e chitarrista a tempo perso. Nasce all'ombra del Vesuvio nel 1991, muove i suoi primi passi nel mondo dei videogiochi su un Windows 95 all'età di 5 anni, e diventa presto un Allenatore di Pokémon.

Bazzica tra radio web e band durante i suoi studi universitari tra Napoli, Roma e Milano, per diventare un mittente di mail professionista per annunci di lavoro che non avranno mai risposta.

Prima di approdare a Player.it si è distinto nella fan-community di Pokémon Millennium diventandone rapidamente editorial supervisor e simultaneamente PR, garantendo alla redazione del portale un flusso costante di videogiochi per Nintendo Switch da recensire.

I suoi generi preferiti sono i gestionali, gli strategici, i tattici e i GDR. Tuttavia, essendo un accumulatore seriale di videogiochi, cerca sempre di giocare ogni titolo che gli capita sotto mano.

Ha una perversione per le pratiche fandom, i cani e la birra artigianale. Adora D&D, va in ira e carica.

battlefield, battlefield 6, battlefield V, capo progetto battlefield è veterano di call of duty, call of duty, EA Games

Per Battlefield, EA chiama un veterano di Call of Duty

Copertina per lo speciale su Dragon Quest

Dragon Quest XI: una storia che ci riporta alla trilogia originale