CD Projekt Red perde il director di The Witcher 3

the witcher 3, the witcher 3: wild Hunt, The Witcher 3 director lascia, The Witcher 3 Konrad Tomaszkiewicz director lascia, CD Projekt Red

Konrad Tomaszkiewicz, director di The Witcher 3: Wild Hunt e secondo direttore e capo della produzione di Cyberpunk 2077, ha lasciato CD Projekt Red.

Bloomberg riporta che Tomaszkiewicz è stato oggetto di una lunga indagine interna basata su accuse di bullismo. Anche se una commissione formata per investigare sulla vicenda lo ha reputato non colpevole, Tomaszkiewicz ha comunque scelto di dimettersi dal suo ruolo.

the witcher 3, the witcher 3: wild Hunt, The Witcher 3 director lascia, The Witcher 3 Konrad Tomaszkiewicz director lascia, CD Projekt Red

In una e-mail allo staff di CD Projekt Red Tomaszkiewicz ha scritto che nonostante sia stato scagionato “molte persone provano paura, stress o disagio quando lavorano con me”. Ha lasciato con delle scuse “per tutto il cattivo sangue” che ha causato, e ha detto che ha intenzione di lavorare per cambiare il suo comportamento.

Il director di Witcher 3 era un dipendente di lunga data di CD Projekt Red, con ruoli che risalgono allo story design di The Witcher (2007), il primo gioco dello studio. Ha servito come lead quest designer su The Witcher 2 e poi ha assunto il ruolo di director di The Witcher 3 e le sue espansioni Hearts of Stone e Blood and Wine. In Cyberpunk 2077 ha ricoperto il titolo di direttore del design, prima di passare alla posizione di vice presidente dello sviluppo del gioco alla CD Projekt Red.

Le dimissioni di Tomaszkiewicz arrivano un mese dopo che Andrzej Zawadzki, lead gameplay designer di Cyberpunk 2077, ha lasciato la compagnia.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE PC gamer

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

resident evil trenino thomas, reident evil Village trenino Thomas, Resident Evil Village mod trenino Thomas

Dopo Mr. X, anche Lady Dimitrescu di RE Village può trasformarsi nel Trenino Thomas

call of duty-black ops: cold war, call of duty, activision modello call of duty, call of duty quanto è redditizio, call of duty quanto rende, call of duty incassi

Activision vuole applicare il “modello Call of Duty” a tutti i suoi giochi