Dying Light 2: Techland non molla l’osso, novità in arrivo

dying light 2, techland, dying light 2 sviluppo, dying light 2 ultime notizie, dying light 2 data di uscita

Techland, team di Dying Light 2 diffonderà un aggiornamento sullo sviluppo del gioco il 17 marzo, più di un anno dopo il primo ritardo subito dalla produzione. Recentemente erano state diffuse voci di problemi di gestione del progetto e addirittura della prossimità della cancellazione, ma alcuni giorni fa la produzione ha smentito attraverso un tweet.

Nelle scorse ore, intervenendo sul canale Discord del gioco, il community manager Uncy ha fornito qualche informazione in più su cosa aspettarsi dall’aggiornamento: in primo luogo, ha affermato che non ci sarà un annuncio della data di rilascio, ma ha precisato che l’oggetto della comunicazione sarà più di un semplice “lo sviluppo sta andando bene”.

“Voi, come comunità, avrete una migliore comprensione di ciò che sta succedendo e speriamo che renderà l’attesa un po’ più facile” ha infatti dichiarato.

Dal momento che non c’è nessun annuncio per una data di rilascio, non ci sarà nemmeno nessun annuncio di ritardo: senza dubbio, una buona strategia “furbacchiona” per mantenere calma la situazione.

dying light 2, techland, dying light 2 sviluppo, dying light 2 ultime notizie, dying light 2 data di uscita

A questo punto non resta che sperare in un nuovo gameplay trailer e in qualche altra informazione di contorno.

Per quel che riguarda la reazione alla notizia dell’evento, c’è già chi parla di “effetto Cyberpunk”, ovvero di voler seguire con più cura il processo di sviluppo in modo da evitare passi falsi alla release del gioco, ma la situazione di Dying Light 2 si protrae da talmente tanto tempo che gli ultimi sviluppo potrebbero essere semplicemente legati a pregressi problemi di produttivi.

Al momento, Dying Light 2 è considerato un titolo cross-gen con release principale per old consoles (Xbox One, PS4) e PC, ma fra le sorprese che possiamo aspettarci a questo punto c’è anche, ovviamente, una trasformazione in progetto destinato a PS5 e Xbox X|S, come accaduto ad altri titoli problematici.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Gamingbolt

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

Copertina per discussione sulle prime impressioni date dall'indice dei contenuti di Zona di Guerra Charadon

Zona di Guerra Charadon: prime impressioni dall’indice dei contenuti

devotion, devotion censura, devotion blacklistato, devotion torna in vendita, devotion gioco politico torna in vendita store digitali

Dopo due anni, Devotion torna dal buco nero della censura