HOME » news

Eldest Souls, il soulslike italiano pieno di boss, arriverà entro l’estate

eldest souls

Eldest Souls è un promettente soulslike bidimensionale realizzato da una software house italiana. Con un comunicato stampa il publisher e la software house hanno annunciato che il titolo in questione è destinato ad arrivare sul mercato mondiale durante il corso di quest’anno, facendo anche un passo verso le console di nuova generazione.

Il videogioco sviluppato da Fallen Flag studios infatti non arriverà soltanto su PC, PS4 e Xbox One ma farà capolino anche sulle più recenti console.

Ma di che gioco parliamo quando parliamo di Eldest Souls?
Già dai trailer il titolo fa promettere faville. Stiamo parlando di un videogioco bidimensionale con grafica top-down che mischia il gameplay action con moltissimi elementi tipici di quello che definiamo come soulslike, unendo il tutto ad una splendida grafica in pixel art che richiama in maniera nemmeno troppo sottile le bellezze che abbiamo imparato a conoscere durante l’epoca dei 16-bit.

Francesco Barsotti, co founder di Fallen Flag e programmatore, si è detto particolarmente soddisfatto del risultato della demo durante lo Steam Game Festival.

Durante il corso dell’anno appena passato abbiamo lavorato molto nel rendere Eldest Souls il miglior gioco possibile. Le reazioni che abbiamo ricevuto rispetto ai trailer e alla demo durante lo Steam Game Festival ci hanno gasato moltissimo e siamo estremamente felici di poter far provare l’esperienza del gioco ad ancora più giocatori. Non vediamo l’ora di poter vedere gli dei antichi sfidare i giocatori Nintendo, Playstation, Xbox e PC.

La narrativa di Eldest Souls vede i sopracitati dei antichi riuscire a spezzare la prigionia di cui erano diventati schiavi dopo lungo tempo. Questi, intenzionati ad ottenere vendetta sull’umanità, trasformando le fattorie in deserti, i fiumi in polverosi alvei. L’ultima speranza dell’umanità viene riposta in un guerriero solitario col compito più ingrato di tutti: eliminare gli dei antichi, costi quel che costi.

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

nintendo switch

Nintendo Switch | Superato il Nintendo 3DS, l’attuale console della grande N è tra le console più vendute di sempre

blizzconline copertina personaggi

BlizzConline: due giorni per festeggiare i 30 anni di gioco