L’avete riconosciuto? Ha ammazzato un mucchio di morti che camminano e poi ha camminato per chilometri in un mondo morto

norman reedus

No, chi state guardando in copertina non è Zac Efron biondo: stiamo parlando di Norman Reedus, attore americano salito alla ribalta soprattutto per la serie The Walking Dead, e che ha consolidato la sua fama nel mondo dei videogiochi diventando il protagonista di Death Stranding.

Date le tematiche dei lavori citati, sembra che Norman Reedus sia fatto per ambientazioni survival dove entità sovrannaturali hanno decimato la popolazione e stanno portando la razza umana all’estinzione. In Death Stranding, per esempio, il personaggio interpretato dall’attore è Sam Bridges, un fattorino che si avventura in un mondo post-apocalittico dove gli umani vivono in pochi sparpagliati insediamenti.

Senza fare alcun tipo di spoiler, Sam si troverà a combattere sia entità mostruose che altri uomini, un po’ come accade in The Walking Dead dove i reali morti che camminano sono in realtà i pochi e incattiviti umani sopravvissuti, e non i veri e propri zombie.

Norman Reedus in The Walking Dead

Ma torniamo all’attore Norman Reedus, da dove sono state prese la foto in copertina? L’immagine è uno scatto degli anni ’70 durante la sua infanzia. Reedus è nato in Florida nel 1969, da origini irlandesi, scozzesi e italiane. Prima di diventare attore ha lavorato in un negozio californiano di Harley-Davidson per mantenersi mentre collaborava come fotografo, video artist, pittore e scultore in diversi show, ed è stato modello per diverse case di moda come Prada.

Leggi anche: Death Stranding | Recensione (PS4)

La sua vita da attore è cominciata proprio negli anni ’90, scoperto per caso in un bar di Hollywood mentre cantava e ballava. In quel periodo è comparso anche nei video musicali di Keith Richards, Björk, Goo Goo Dolls, R.E.M. e Radiohead. Ironia della sorte, una delle prime parti che ha avuto come attore è stata per Mimic, film del 1997 di Guillermo del Toro, artista cinematografico che poi ha ritrovato in Death Stranding.

Riuscite a trovare Norman Reedus in questo video musicale?

A ripercorrere le orme dell’ormai cinquantenne Norman Reedus, ci sta pensando suo figlio Mingus Lucien Reedus, avuto dalla relazione con la supermodella Helena Christensen nel 1999. Il giovane Reedus in questo momento è un modello in erba, e somiglia tantissimo al padre.

Al momento non sappiamo quali siano le intenzioni di Norman in campo videoludico, ma sappiamo che Kojima Productions è al lavoro su un nuovo titolo. Death Stranding 2 in arrivo?

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Alessandro Colantonio

Game designer in erba e chitarrista a tempo perso. Nasce all'ombra del Vesuvio nel 1991, muove i suoi primi passi nel mondo dei videogiochi su un Windows 95 all'età di 5 anni, e diventa presto un Allenatore di Pokémon.

Bazzica tra radio web e band durante i suoi studi universitari tra Napoli, Roma e Milano, per diventare un mittente di mail professionista per annunci di lavoro che non avranno mai risposta.

Prima di approdare a Player.it si è distinto nella fan-community di Pokémon Millennium diventandone rapidamente editorial supervisor e simultaneamente PR, garantendo alla redazione del portale un flusso costante di videogiochi per Nintendo Switch da recensire.

I suoi generi preferiti sono i gestionali, gli strategici, i tattici e i GDR. Tuttavia, essendo un accumulatore seriale di videogiochi, cerca sempre di giocare ogni titolo che gli capita sotto mano.

Ha una perversione per le pratiche fandom, i cani e la birra artigianale. Adora D&D, va in ira e carica.

halo wars 3 quando esce

Quando esce Halo Wars 3? Ecco la risposta di 343 Industries

Trials of Mana, un successo milionario - copertina

Trials of Mana, un successo… milionario!