The Callisto Protocol sembrerà reale

fotorealismo in the callisto protocol

The Callisto Protocol è una delle maggiori sorprese degli ultimi mesi, presentato qualche settimana fa ai Game Awards 2020 ha subito fatto breccia nei cuori degli appassionati di horror/fantascienza e soprattutto delle “vedove” di Dead Space che ancora piangono la dipartita della serie di Visceral Games.

Proprio alcuni membri di quel team hanno fondato Striking Distance Studios, la software house che sta lavorando sul titolo. Una delle cose che ha maggiormente colpito gli spettatori è stata la resa grafica, molto realistica, tuttavia è facile immaginare che il CG abbia aiutato, però Schofield, il director del gioco, ha fatto sapere, attraverso un’intervista rilasciata all’Official PlayStation Magazine UK, che quella grafica non è artificiosa, anzi, The Callisto Protocol sembrerà reale.

Sembrerà vero. I giochi sembravano reali prima, ma adesso sembrano ancora più reali. Inseriremo così tanti dettagli come non mai, è pazzesco.

Schofield ha speso due parole anche per il Dualsense, il pad della PS5.

Vedremo come implementarlo. Ma penso che potremo generare degli spaventi nel giocatore direttamente sfruttando il controller. Ci sono una serie di cose che ci aiuteranno davvero a creare un survival horror di nuova generazione.

The Callisto Protocol sfrutterà anche l’audio 3D in modo da far percepire perfettamente al giocatore la giusta tensione in ogni circostanza e ambiente. Il gioco arriverà in una data non ancora precisata del 2022 su PC, PS5 e Xbox Series X/S.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE PSU

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

trails of cold steel iv data d'uscita

Trails of Cold Steel IV, la versione Nintendo Switch ha una data d’uscita

little nightmares 2 demo

Little Nightmares II: come scaricare la prova gratuita su console