Epic Games Store si aggiorna con… Spotify??

Nell’attesa di scoprire quali siano i giochi che l’Epic Games Store regalerà in maniera totalmente gratuita in questo periodo natalizio (controllate questa pagina per scoprire i giochi disponibili), è arrivato uno strano annuncio: Spotify è adesso disponibile sulla piattaforma di gaming digitale, ed è solo una delle tante applicazioni non videoludiche in arrivo.

Quel “che succede?” pronunciato da Morgan a Sanremo 2020 è diventato un mantra dell’intero 2020, e anche oggi torna utile. Cosa sta accadendo con l’Epic Games Store? Cosa c’entra Spotify con un client che servirebbe ad acquistare e gestire i videogiochi?

Abbiamo visto già le console fisiche arricchirsi di app di contorno, un esempio su tutti è la Xbox One della passata generazione, e adesso a quanto pare tocca anche alle piattaforme digitali. A dirla tutta su Steam già ci sono tonnellate di app non dedicate al gaming come film completi, o intere funzioni collaterali come l’hub delle notizie pubblicato ufficialmente qualche giorno fa. Adesso si unisce anche l’Epic Store a dare una spolverata ai suoi contenuti accessori.

Spotify tra le app gratuite di Epic Games Store

L’app di Spotify su Epic Games Store è naturalmente gratuita come la sua controparte originale, con la possibilità di accedere ai servizi Premium in abbonamento. Al momento è visualizzabile assieme a tutte le altre applicazioni videoludiche dello store, ma è probabile che con l’arrivo di nuove app accessorie verrà applicato un filtro.

Un rappresentante di Epic Games ha fatto sapere ai colleghi di Destructoid che queste applicazioni arriveranno in un numero maggiore in futuro, per aumentare l’engagement e l’attaccamento alla piattaforma dei suoi utenti. Chissà cosa ci aspetta da Epic Games Store nel vicino 2021.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Destructoid

Articolo a cura di Alessandro Colantonio

Game designer in erba e chitarrista a tempo perso. Nasce all'ombra del Vesuvio nel 1991, muove i suoi primi passi nel mondo dei videogiochi su un Windows 95 all'età di 5 anni, e diventa presto un Allenatore di Pokémon.

Bazzica tra radio web e band durante i suoi studi universitari tra Napoli, Roma e Milano, per diventare un mittente di mail professionista per annunci di lavoro che non avranno mai risposta.

Prima di approdare a Player.it si è distinto nella fan-community di Pokémon Millennium diventandone rapidamente editorial supervisor e simultaneamente PR, garantendo alla redazione del portale un flusso costante di videogiochi per Nintendo Switch da recensire.

I suoi generi preferiti sono i gestionali, gli strategici, i tattici e i GDR. Tuttavia, essendo un accumulatore seriale di videogiochi, cerca sempre di giocare ogni titolo che gli capita sotto mano.

Ha una perversione per le pratiche fandom, i cani e la birra artigianale. Adora D&D, va in ira e carica.

CYBERPUNK 2077 GUIDA COMPLETA

Cyberpunk 2077, la guida completa

Giochi disponibili per tempo limitato? Il perché spiegato da Nintendo