Pokémon GO: evoluzione definitiva col nuovo aggiornamento

Pokémon Go, Pokémon Go Beyond, Pokémon Go aggiornamento Beyond

Nonostante il passare degli anni e una pandemia che ha reso il concetto di mobilità e gioco sociale molto difficoltosi, Pokémon Go non accenna a mollare la sua posizione di best-seller e oggi presenta un aggiornamento epocale: Go Beyond, disponibile dal 30 novembre, che introduce varie innovazioni.

Pokémon Go, Pokémon Go Beyond, Pokémon Go aggiornamento Beyond

Il cambiamento più importante è senz’altro l’aumento del limite di livello, ora spostato da 40 a 50, un update da tempo atteso e che sembra voler offrire al giocatore un grado di sfida superiore rispetto al passato.

Un livello superiore a 40 richiederà infatti di raggiungere determinati XP totali e di completare determinati requisiti, che mirano a premiare i giocatori per la loro conoscenza del gioco, abilità e dedizione al gioco, e includono particolari obiettivi (per esempio “Evolvi ogni evoluzione di Eevee” e “Cattura 200 Pokémon in un giorno”).

Se però l’aggiunta di altri dieci livelli non bastasse, Go Beyond sembra voler introdurre in maniera massiva e strutturata il concetto di stagioni, che secondo Niantic sono di circa tre mesi ciascuna. Da quel che sappiamo, di stagione in stagione aumenterà il numero di esemplari di un tipo di Pokémon, mentre magari sarà più difficile trovare altre specie, in base anche al luogo dal quale giocheremo: le stagioni saranno infatti lanciate in periodi differenti nelle diverse aree del globo.

Infine, a partire dal 2 dicembre il gioco introdurrà i Pokémon della regione di Kalos, fra i quali Chespin, Fennekin e Froakie.

Quanti di voi stanno ancora giocando a Pokémon Go a quattro anni dalla sua uscita? E quanti sono stati abbastanza intrigati dalle notizie di oggi per ricominciare?

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Game Informer

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

Football Manager 2021 Xbox Edition, c’è la data

IO Interactive, IO Interactive nuovo progetto, Hitman, Hitman 3

IO Interactive al lavoro su un gioco di 007