HOME » news

Dark Souls diventa un rogue-like con una mod

mod rogue-like di dark souls remastered

Conoscete ogni segreto di Dark Souls? Avete memorizzato la posizione di ogni singolo nemico e tutti i pattern d’attacco dei boss, tanto da riuscire a finire il gioco senza neanche guardare? Bene, se avete voglia di continuare a giocarci, ma affrontando una sfida sempre diversa, in vostro aiuto arriva una mod che trasforma Dark Souls in un rogue-like.

La mod è di Grimrukh, nome noto nella community per il suo contributo alla causa. The Binding of Lordran (il titolo sembra proprio un omaggio a The Binding of Isaac, uno dei migliori titoli del genere rogue-like) è una mod che rende ancora più difficile e sorprendente il viaggio nell’universo di Dark Souls.


L’obiettivo di questa mod è semplice: cambia la tradizionale progressione del gioco di From Software con quella di un tipico rogue-like. Nemici, boss e persino oggetti sono tutti randomizzati ogni volta che si inizia una run. 

La run finisce quando si muore per cinque volte. A quel punto, tutti i progressi vengono persi e il giocatore verrà riportato all’inizio. Il Santuario del Legame del Fuoco funge da hub del gioco e tutti gli NPC portati lì rimarranno tra una run e l’altra. Gli NPC, tra l’altro, potrebbero svolgere ruoli completamente diversi da quelli del titolo originale, e potrebbero alterare le modalità di ottenimento di alcuni bonus.

È interessante notare che la mod genera proceduralmente armi, armature e incantesimi ogni volta che viene installata. Assegna anche velocità casuali alle animazioni nemiche, quindi potrebbe capitare di affrontare un nemico i cui attacchi sono molto veloci, mentre in una run successiva questo potrebbe mostrare attacchi più lenti. L’unico modo per vedere tutte le combinazioni possibili è disinstallare e reinstallare.

The Binding of Lordran funziona solo con Dark Souls Remastered, dunque, non provate a installarla nella primissima versione del titolo, non succederebbe nulla.

FONTE VG247

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

Giancarlo Esposito, Breaking Bad, Gus Fring, Giancarlo Esposito videogioco

Gus Fring ha parlato: “Un grande videogame è in arrivo”

Resident Evil Village, Resident Evil 8, Resident Evil VIII, Capcom

Resident Evil Village chiuderà la storia iniziata in RE 7