HOME » news

Crucible torna in beta dopo una “falsa partenza”

Crucible, Amazon Game Studios, Amazon

Il rapporto di Amazon con il videogioco continua a farsi complicato: dopo il rinvio del suo mmorpg New World, nelle ultime ore il colosso ha annunciato che il suo shooter Crucible tornerà in fase closed beta per risolvere vari problemi segnalati dagli utenti.

Il gioco era stato rilasciato in maniera definitiva il 20 maggio e aveva registrato notevoli picchi di partecipazione, ma il gioco è stato presto investito da feedback negativi, e un rapido calo di giocatori (probabilmente conseguente) ha costretto gli sviluppatori alla drastica decisione di far tornare la loro creatura in fase di rifinitura.

Crucible, Amazon Game Studios, Amazon

Si tratta di un fatto quasi inedito nella storia del videogioco, con una major decisa a non rinunciare a un suo prodotto di punta e disposta a fare un passo indietro per migliorare il migliorabile e poi tornare in pista.

Avete provato Crucible? Come vi siete trovati? Pensate possa avere una seconda chance, una volta rifinito sulla base dei feedback della community?

FONTE Kotaku

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

dettagli sull'esplorazione di resident evil village

Resident Evil Village avrà più esplorazione e zone della mappa da sbloccare

Nintendo, Nintendo Direct, Shuntato Furukawa

Nintendo Direct: l’azienda pensa a nuovi format