Twin Mirror di Dontnod non sarà rilasciato a episodi

twin mirror non verrà rilasciato a episodi

Twin Mirror è un altro di quei titoli che si fanno vedere solo di rado, appaiono all’improvviso per poi far perdere le proprie tracce. Qualche ora fa, però, Dontnod ha voluto rassicurare i propri fan pubblicando un nuovo trailer che mostra in azione il thriller interattivo del team di Life is Strange.

Oltre al trailer, Dontnod ha fornito un’informazione davvero importante: Twin Mirror non verrà rilasciato a episodi.

Il gioco originariamente era stato concepito come un’avventura multi-episodio, in stile serie tv, ma lo sviluppatore ha deciso di ridisegnarlo come un’esperienza completa da rilasciare in un unico giorno.

A seguito del ritardo dell’anno scorso, altro fattore che aveva preoccupato un po’ chi aspettava nuove notizie, Dontnod ha stretto una partnership con Epic Games per pubblicare il gioco su Epic Games Store, il che ha permesso allo sviluppatore più tempo per perfezionarlo e trasformarlo in un gioco completo fin dal lancio.

Va detto che non si tratterebbe di una novità assoluta per il team francese perché anche Remember Me e Vampyr furono pubblicati con una formula canonica, relegando quella a episodi alle due serie principali di Life is Strange (Before the Storm non è di Dontnod, ma di Deck Nine Games).

Purtroppo il nuovo trailer del teaser non porta con sé una nuova data di rilascio, sappiamo solo che Twin Mirror uscirà quest’anno su PS4, Xbox One e PC.

In Twin Mirror, interpretiamo il ruolo di Sam Higgs, un ex giornalista investigativo che torna nella sua città natale per salutare un vecchio amico, ma viene coinvolto in un’indagine che gli metterà di fronte i segreti più oscuri della città e il suo stesso passato.


Leggi anche: Twin Mirror rimandato al 2020: c’è da gridare allo scandalo?

Leggi anche: Twin Mirror sarà più maturo e oscuro degli altri giochi Dontnod.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

Jump Rope Challenge, Nintendo Switch, Nintendo, Switch

Nintendo regala Jump Rope Challenge, il suo gioco nato durante la quarantena

Call of Duty, Cod, Call of Duty Modern Warfare 2, Infinity Ward

Metacritic incorona il Call of Duty migliore di sempre