HOME » news

Il Covid 19 non fermerà le pazze conferenze di Devolver

Devolver Digital, Devolver Direct, Devolver Direct 2020, E3 2020

E’ strano, ma da qualche anno uno degli appuntamenti più attesi dell’E3 è un evento che è nato e si è sviluppato in netta contrapposizione con esso: il Devolver Direct, ovvero la convention/presentazione esclusiva di Delvolver Digital nata nel 2017.

Ebbene, se quest’anno l’E3 non si terrà a causa degli ovvi eventi che purtroppo conosciamo fin troppo bene (coffcoff Covid-19 coffcoff), Devolver ha annunciato via Twitter che il Devolver Direct 2020 è stato confermato, pur non avendo ancora una data certa.

Più manifestazione in costante polemica con l’E3 che semplice convention di un marchio, il Devolver Direct è diventato famoso per i toni ironici e dissacranti verso l’industria del videogioco, le sue regole e le sue dinamiche spesso spietate.

Non ci resta che attendere news da quella che è stata definita una delle più folli e scatenate realtà del settore. Siamo sicuri che ne varrà la pena.

FONTE Gamespot

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

wow leeroy jenkins

Leeroy Jenkins, 15 anni del video che ha segnato la definizione della parola virale

PlayStation Studios, PlayStation, Sony

Sony lancia PlayStation Studios, nuova etichetta per suoi giochi first-party