Pioggia di contenuti per Final Fantasy XV

Final Fantasy XV

Durante il corso del PAX East Square Enix ha rilasciato informazioni succose che vanno ad aumentare la quantità di contenuti in arrivo per il mai troppo ritoccato Final Fantasy XV; contenuti come quattro nuovi DLC dedicati al single Player ed una misteriosa collaborazione con Shadow Of The Tomb Raider.

Questi Dlc, annunciati per il 2019, rappresenteranno una sorta di nuovo finale alternativo per il titolo e mostreranno “un futuro che tutti desideravano”, in riferimento ai quattro personaggi coinvolti.

[amazon_link asins=’B0791XV7P9,B00BT9DVDY,B0791Z1T27,B06Y4289LG,B079NCC8CX’ template=’CopyOf-ProductCarousel’ store=’frezzanet04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’4a218a7c-3a65-11e8-a823-a7f55e3ec531′]

Gli episodi rappresenteranno una sorta di gran finale alternativo per il gioco e mostrano “un futuro che tutti desideravano”, facendo quindi riferimento a un esito che avrebbe potuto sussistere per ciascuno dei quattro personaggi coinvolti.

Un sacco di storie.

Final Fantasy XV

Il primo dei quattro DLC avrà il compito di focalizzarsi su Ardyn ed è intitolato provvisoriamente come “The Conflict Of The Sage”. Esso mostrerà gli sforzi di Ardyn e testomonierà il risentimento che egli ha nutrito nei confronti di Lucis per più di duemila anni, mostrando anche i suoi scontri con gli astrali.

Il secondo dlc, dalle dimensioni più contenute, si chiamerà “Episode Side Story: Aranea” avrà per protagonista Aranea Highwind dell’impero Nifheim. Il Dlc si occuperà della malattia Starscourge e verrà dato risalto al personaggio di Aranea facendo vivere al giocatore l’ultimo giorno di vita dell’impero, definito come il giorno peggiore della vita di Aranea Stessa.

Il terzo DLC permetterà al giocatore di indossare i panni di Lunafreya e presenterà il titolo provvisorio di “The Choice Of Freedom”. La storia riguarderà il destino di luna ed il suo rapporto conflittuale con la morte, includendo anche la battaglia che stravolgerà il destino inflitto a Re Lucian.

Il quarto e ultimo DLC si intitola “The Final Strike” e segue le orme di Noctis mentre si imbarca verso la battaglia finale per realizzare un futuro per tutto il suo popolo, andando così a chiudere virtualmente il cerchio della trama del gioco.

I quattro DLC saranno accompagnati da un nuovo tema musicale realizzato appositamente dalla compositrice Yoko Shinomura e saranno diretti da Takefumi Terada. Il nome sotto cui verranno poi racchiusi è “Dawn Of The Future”

Strane alleanze e personalizzazioni.

Sempre durante il PAX East Square Enix ha dichiarato che grazie a futuri Update la modalità single player riceverà delle funzionalità del tutto nuove come la possibilità di utilizzare al posto di Noctis un personaggio interamente creato dal giocatore-

Sarà presente anche una cassa da nascondere in qualsiasi punto della mappa di Final Fantasy XV, cassa che aumenterà di valore per ogni momento passato senza venir scovata dagli altri giocatori.

Grande attesa c’è per il mod tool che arriverà nel corso della primavera. Questo mod tool, collegato a Steam Workshop nella Windows Edition, una volta accoppiato al level editor fornito dagli stessi sviluppatori permetterà ai giocatori di sbizzarrirsi per creare nuovi livelli, dungeon, mini giochi o addirittura gare per i chocobo.

Novità anche per Comrades, il DLC multiplayer, che riceverà un corposo update con nuovi boss, nuovi raid, nuove sfide e in generali contenuti aggiuntivi. Esso verrà rilasciato come espansione stand alone nel corso dell’estate.

Ciliegina sulla torta arriva una curiosa collaborazione con il nuovo capitolo di Tomb Raider chiamato Shadow Of The Tomb Raider anche se nessuna collaborazione è stata rilasciata al momento. Considerando che il quindicesimo capitolo della saga non è nuovo a collaborazioni e incroci di vario tipo (come quello avvenuto con l’uscita di Assassin’s Creed Origins)

 

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

spider-man

Spider-Man: Insomniac ci parla del DLC e dei pre-order bonus

La colonna sonora di Cyberpunk 2077 potrebbe venir curata da Perturbator