HOME » news

GDC 2020 non teme il Coronavirus, festival in versione digitale

GDC, GDC 2020, GDC Summer 2020

La cancellazione della GDC è stata una delle prime avvisaglie di quanto il 2020 sarebbe stato un anno complicato per l’industria del videogioco, ma a quanto pare gli organizzatori hanno deciso di non subire passivamente la situazione e di contrattaccare: un post sul blog ufficiale della manifestazione ha infatti annunciato la GDC Summer, un evento totalmente in digitale che dovrebbe aver luogo fra il 4 e il 6 agosto 2020.

Si tratta di un annuncio che segue di qualche giorno quello di una possibile trasformazione in manifestazione digitale della Gamescom 2020 e quello della Summer of Gaming di IGN, prima convention in digitale a essere confermata.

Secondo l’organizzazione della GDC Summer, questa soluzione è sembrata la più opportuna e al servizio della community dei gamers e degli sviluppatori, in solidarietà e sintonia con le molte software house stanno continuando a lavorare da smart-working mandando avanti l’industria nonostante le immense difficoltà del momento.

A questo punto non ci resta che attendere ulteriori dettagli su modalità di partecipazione e sugli ospiti.

FONTE Gematsu

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

fortnite armi mitiche

Fortnite – guida alle sfide “Dominio Locale”

Xbox Series X, Microsoft, Xbox

Xbox Series X, Microsoft mostra i primi gameplay: orario e link della conferenza