Coronavirus: Gamescom 2020 annullata, possibile edizione digitale

Gamescom, Gamescom 2020, fiere videoludiche

Come purtroppo prevedibile e come avvenuto per altre convention di settore (E3 prima di tutte), l’emergenza Covid-19 travolge anche la Gamescom.

La cancelliera tedesca Angela Merkel ha infatti dato annuncio di un divieto per le pubbliche manifestazioni con grandi numeri di partecipanti da oggi fino al 31 agosto 2020, inclusa ovviamente la grande manifestazione videoludica di Colonia.

Tuttavia, visto lo stato attuale, gli organizzatori hanno dato annuncio che l’evento potrebbe avere una sua versione digitale, mentre i biglietti e i gli spazi comprati dagli espositori saranno rimborsati.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

PlayStation 5, Sony

Secondo Bloomberg Sony vorrebbe una produzione limitata di PS5 nel primo anno

Abbiamo provato Valorant, il nuovo gioco di Riot