Supermassive Games (Until Dawn) è entusiasta di DualSense

The Dark Pictures Anthology, Little Hope, Supermassive Games,, DualSense

Supermassive Games, team responsabile di Until Dawn e di The Dark Pictures Anthology-il cui secondo capitolo, Little Hope, debutterà quest’estate (qui la news)- sembra essere rimasto piacevolmente colpito dall’annuncio di DualSense, il nuovo pad PlayStation mostrato al pubblico la scorsa settimana (qui il nostro articolo).

In un’intervista a Gamereactor, il capo dello studio Pete Samuels ha detto di essere eccitato all’idea di un controller capace di far provare al giocatore diverse sensazioni grazie al feedback tattile che lo caratterizza. Non sappiamo ancora cosa ciò comporterà di preciso e in che modo DualSense intende sfruttare questa caratteristica, tuttavia Hideaki Nishino, vicepresidente senior di Sony, ha detto che il feedback riuscirà a trasmettere al giocatore le sensazioni del personaggio in un modo del tutto inedito.

DualSense, Sony, PlayStation 5, Little Hope, The Dark Pictures Anthology, Supermassive Games

A parere di Samuels questa feature permetterebbe al giocatore di avere un rapporto più “vivo” con la storia e il proprio alter-ego, in una dimensione molto simile a quella del VR.

Proprio a proposito del VR, Samuels ha notato come con questa tecnologia il legame col personaggio sia garantito nei giochi in prima persona, mentre in quelli in terza l’impatto è molto più modesto. Un gap che tuttavia, ha detto il programmatore dopo l’annuncio di DualSense, potrebbe essere superato.

Cosa vi aspettate da DualSense? La presentazione di Sony ha stuzzicato la vostra fantasia?

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE DualShockers

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

discord gioco di ruolo

Le nostre idee per giocare di ruolo online in maniera creativa su Discord

premio in denaro per chi trova bug in valorant di riot games

Riot offre una taglia a chi troverà bug nel suo sistema anti-cheat