Quanto spazio occupa Final Fantasy VII Remake? Alcune foto ce lo dicono

Final Fantasy VII (remake), Sephiroth

L’impressione che quello che è IL gioco di aprile 2020 si avvicini sempre più è ormai palpabile anche grazie all’arrivo delle copie fisiche australiane ed europee giunte nelle mani dei primi venditori e distributori, e proprio una serie di fotografie di queste, circolate sui social nelle scorse ore sui social, iniziano a darci qualche informazione in più sulle caratteristiche tecniche del gioco. In particolare, ad aver fatto alzare le ciglia a critici e giornalisti del settore è stato un dettaglio di questo tweet:

Guardate bene la foto di destra: in un angolino compare infatti come è da aspettarsi lo spazio occupato dal software una volta installato sulla nostra PlayStation 4. Final Fantasy VII Remake occuperà ben 100 GB, una dimensione sorprendente se pensiamo ad altri blockbuster collocati più o meno nello stesso mercato come Persona 5 Royal (versione giapponese, 30 GB) o Kingdom Hearts 3 (40 gb).

Ora, è vero che Final Fantasy VII Remake promette in teoria un’esperienza molto più complessa, intensa e per certi versi immersiva degli altri due titoli (se non altro per l’ambizione di Square Enix di portare nelle nostre case un mondo di gioco coerente e ricco di contenuti, nonché una struttura da solido action-rpg).

Tuttavia a questo punto a colpire è il fatto che questo remake non conterrà altro che una porzione dell’avventura originale, una scelta che Yoshintori Kitase (produttore) e Naoki Hamaguchi (co-regista) hanno motivato in una lunga intervista promozionale (qui il link). Se però già solo questa parte di storia è così esigente in quanto a caratteristiche e spazio… beh, c’è da dire che Square non manca certo di ambizione e che potremmo trovarci davanti uno dei più vasti giochi episodici visti su console.

Cosa vi aspettate? Riuscirà Final Fantasy VII a conquistare il vostro cuore e magari farvi (quasi eh, ci mancherebbe!) dimenticare l’originale?

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE DualShockers

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

andrà tutto bene feudalesimo e libertà

Aiutiamo la protezione civile insieme a Feudalesimo e Libertà

cinque notizie da pesce d'aprile

Cinque notizie che potrebbero fare da Pesce d’Aprile