Vampire: The Masquerade – Coteries of New York arriva su PS4

Vampire: The Masquerade - Coteries of New York

Vampire: The Masquerade – Coteries of New York è stata una delle sorprese videoludiche di fine 2019, un gioco in grado di dare al pubblico una perfetta esperienza narrativa ambientata nel Mondo di Tenebra. Ora, a distanza di tre mesi dall’uscita per PC, Coteries of New York arriverà su PlayStation 4 per la gioia di tutti i fan di White Wolf legati alla console Sony, con una versione ricca di migliorie tecniche (comparto grafico e audio) e alcuni contenuti esclusivi come nuove location e personaggi.

Qui in redazione lo abbiamo provato e apprezzato molto: si tratta di un gioco impostato sulla filosofia della visual novel, nel quale siamo chiamati ad affrontare una sorta di “storia di formazione” all’interno società dei vampiri della Grande Mela nei panni di un Infante, ovvero un succhiasangue appena nato. Una storia politica, fatta di intrighi, misteri e giochi psicologici, condita da un cast di personaggi davvero intriganti.

>> Per saperne di più, vi invitiamo a leggere la nostra recensione<<

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Gematsu

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

ps5 logo

Sony chiarisce la retrocompatibilità di Playstation 5

nintendo ha fatto rimuovere una creazione da Dreams

Nintendo è contraria alle creazioni su Dreams basate sulle sue IP