Stardew Valley arriva a dieci milioni di copie vendute

Stardew valley

C’era una volta Harvest Moon e c’era Natsume; ad Harvest Moon sono succeduti titoli come Rune Factory, Tomodachi Life, Story Of Seasons ed in un certo senso anche titoli come Farming Simulator.

Se c’è però qualcuno che è riuscito a raccogliere lo scettro del potere abbandonato da Harvest Moon, questo è sicuramente Eric Barone con il suo Stardew Valley, un gioco indipendente in grado di raggiungere le dieci milioni di copie vendute tra tutte le piattaforme in tutto il mondo.

A dare la notizia è lo stesso sviluppatore sulla pagina ufficiale del gioco, pieno di entusiasmo per aver raggiunto sopracitato traguardo.

Eric ConcernedApe Barone è arrivato a vendere tutte queste copie grazie ad un supporto incredibile e ad una cura certosina per i dettagli, riempiendo il titolo di funzionalità, patch e aggiornamenti con cadenza quasi regolare, portando grandissima attenzione per quelli che sono stati i suggerimenti provenienti dalla community del gioco.

Stardew valley

Eric Barone, ad esempio, ha lavorato per integrare la portabilità dei salvataggi di gioco tra le varie piattaforme, permettendo ai giocatori di utilizzare per mod per PC anche con salvataggi provenienti da altri sistemi. Un perfetto esempio di questa tipologia di miglioramenti è rappresentata dall’update 1.4, giudicato in modo unanime come uno dei migliori update di sempre per la storia dei videogiochi indipendenti.

Barone, dopo aver realizzato anche una versione Nintendo Switch del titolo (con l’aiuto di Chucklefish) ha dichiarato di voler continuare a supportare il gioco grazie ad un team di sviluppatori, in modo da semplificargli il lavoro e lasciargli lo spazio necessario all’ideazione di nuove idee.

Insomma, questi sono stati gli ingredienti necessari per trasformare un piccolo videogioco sulle fattorie e la vita agreste in un successo da dieci milioni di dollari; non è qualcosa che succede tutti i giorni ma è sicuramente qualcosa che vi consigliamo di sperimentare.

Svegliarsi ogni giorno nella propria fattoria presso Stardew Valley e lì iniziare a vivere, in parallelo, una vita fatta di rapporti umani semplici e mansioni prive di fatica è un sogno non particolarmente complicato da inserire all’interno della propria routine quotidiana.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

wasteland remastered

Annunciata la data di rilascio per Wasteland Remaster,

Observer, Blooper Team

Observer: Bloober team annuncia il sequel?