HOME » news

Kingdom Hearts 3: Nomura conferma i DLC della Storia

Fotografia di Tetsuya Nomura mentre annuncia il ritiro dallo sviluppo di Final Fantasy XV


Le notizie di questa settimana riguardo a Kingdom Hearts non sembrano finire: dopo l’annuncio del gioco da tavolo ufficiale della saga in pubblicazione da USAopoly e Games Workshop, sono giunte numerose nuove informazioni riguardo ai piani per i DLC dallo stesso Nomura, intervistato da Dengeki Playstation.

 

Critical Mode gratuita e non solo

 

Kingdom hearts 3 recensione

 

 

La questione DLC per Kingdom Hearts 3 è sempre stata molto delicata. Dopo l’enorme quantità di tempo e denaro che Square Enix ha investito per gli add-on di Final Fantasy XV, la compagnia aveva chiesto a Nomura di pensare prima allo sviluppo del gioco base, e poi verificare insieme un piano per i DLC qualora il prodotto avrebbe raggiunto la soglia di successo sperata.

Ovviamente il capitolo conclusivo della Dark Seeker Saga è riuscito nel suo intento, vendendo in poco meno di un mese una quantità di copie superiore al doppio di Kingdom Hearts 2, il capitolo precedente più venduto di tutta la serie.

Grazie a questo innegabile successo, Nomura ora è pronto a concentrarsi totalmente sui DLC di Kingdom Hearts 3, ed ha condiviso a Dengeki Playstation qualche delucidazione riguardo al futuro.

 

 

Anzitutto, Nomura ha subito stabilito che non ha intenzione di sviluppare una versione Final Mix per Kingdom Hearts 3. Nonostante questo sia stato il metodo utilizzato per i primi due capitoli, il Game Director ha capito che una politica di distribuzione di DLC gratuiti ed espansioni a pagamento sarà più redditizia.

Proprio così: è stato confermato che Kingdom Hearts 3 avrà numerosi add-on gratis che andranno ad aggiungere piccole migliorie ed elementi al gameplay, rifinendolo e andando a colmare alcune delle lacune del titolo.

L’add-on più importante e che sta venendo sviluppato in questo momento, spiega Nomura, è proprio la Critical Mode, di cui molti hanno sentito la mancanza a causa dell’eccessiva semplicità del terzo capitolo.

La Critical Mode non va però presa alla leggera, ha poi detto il Game Director: non sarà solo un rimaneggiamento di numeri e statistiche, ma comporterà sfide e sanzioni anche piuttosto pesanti. 

 

Un pacchetto unico di DLC per espandere la trama

 

 

Altro paio di maniche sono invece le espansioni a pagamento, già previste per la fine del 2019. Secondo Nomura, queste faranno parte di un unico e gigantesco pacchetto, ed andranno a chiarire alcune parti della storia di Kingdom Hearts 3 che sono tutt’ora avvolte dal mistero.

Dengeki Playstation ha subito chiesto a quali aspetti della trama Nomura si riferisse. Il Game Director ha subito risposto (SPOILER PER KH3, EVIDENZIARE LA RIGA SEGUENTE A VOSTRO RISCHIO E PERICOLO) che un argomento focale dell’espansione saranno le circostanze secondo cui Xion è stata resuscitata e come sia entrata a far parte della Vera Organizzazione XIII

 

Screenshot di un combattimento in Kingdom Hearts 3 che prende piede nel Regno di Corona

 

Come se non bastasse, Nomura ha anche spiegato che il 2019 non sarà esclusivamente l’anno di Kingdom Hearts 3, ma ha anche delle idee per ampliare ulteriormente l’universo della saga in altri modi.

Protagonista dei piani di Nomura sarà Union X [Cross] con un corposo aggiornamento nei mesi che verranno, facendolo entrare così in una nuova fase vitale e donandoci, forse, qualche delucidazione sugli eventi del titolo mobile.

Si direbbe proprio che Kingdom Hearts e Nomura non abbiano ancora finito le energie per questo 2019. Rimanete sintonizzati per ulteriori aggiornamenti

 

Articolo a cura di Riccardo Liberati

Classe 1997, cresciuto immerso dai libri, cartoni e videogiochi, ho sempre desiderato e provato fin dalla tenera età a creare storie fantasiose che rendessero un po' più brillante la mia vita monotona.

Ho trascorso l'infanzia in solitaria, giocando a quanti più titoli possibili, spaziando dai vecchi J-RPG di Square Enix fino ai più violenti sparatutto su PC, non disdegnando nel frattempo RTS, platform e giochi di corse automobilistiche.

Alle superiori riesco finalmente ad aprirmi e a trovare dei compagni con i miei stessi gusti e sogni, e capisco che non amo tanto i videogiochi, quanto la cultura ed i messaggi dietro di essi, gli stessi che ho sempre trovato nei libri, film e qualsiasi altro tipo di medium artistico.

Inizio a lottare per questo concetto scrivendo all'impazzata ed accrescendo la mia cultura ancor di più, sia attraverso la scuola che attraverso gli incontri e le persone d'ogni giorno. Questo bel sogno finisce con l'arrivo all'università, periodo peggio di qualsiasi film horror che abbia mai visto e che mi costringe a mollare tutto e rifugiarmi nella mia Fortezza della Solitudine per tre anni, perdendo interesse e linfa vitale per qualsiasi cosa.

Nel frattempo ho lavorato in numerosi settori, dall'aiuto vendita al libraio al tutor privato, e nel 2018 inizio a scrivere per Player.it, il mio primo incarico ufficiale come giornalista videoludico e che mi ha formato moltissimo sia nell'ambito dei videogiochi che in quello della scrittura basilare.

Oggi ho ripreso a studiare grazie alla scelta repentina ed irrazionale di iscrivermi alla Scuola Holden di Torino, luogo da cui vi scrivo, abbandonando casa per la prima volta ed il luogo natale di ogni mio piccolo successo e grande fallimento. La mia speranza? Quella di poter riuscire a trovare una strada ben delineata, facendo quello che mi piace fare senza dovermi sottomettere a nessuno

Pokémon-Spada-e-Pokémon-Scudo-sono-i-nomi-dell'ottava-generazione-per-Switch

Pokémon Spada e Pokémon Scudo sono i primi titoli dell’ottava generazione

God of War Betrayal e la mitologia greca

[La tana dell’Orso] God of War: Betrayal e la mitologia greca