Destiny e Anthem condividono moltissime cose: il genere, il setting fantascientifico, l’ispirazione a Diablo per quanto riguarda una delle componenti fondamentali del gioco, ovvero il Loot System. Una delle caratteristiche principali di ogni loot system che si rispetti è il drop rate degli oggetti, perfettamente bilanciato tra il “faccio un’ altra partita per trovare l’oggetto” e “ho già trovato tutto quello che mi serve, posso tranquillamente lasciare perdere”.

Questo drop rate è spesso soggetti di qualche tipo di cambiamento all’interno dei giochi che lo includono, variazioni in positivo o in negativo a seconda dlel’andazzo del titolo, variazioni che hanno il compito di accontetare i giocatori o di invogliare i nuovi arrivati a farmare per ottenere quell’arma senza dover sprecare 100 ore quando i contenuti erano decisamente molti meno.

In Anthem, il nuovo kolossal di Bioware e Electronic Arts, sembra che questi drop rate siano stati ritoccati verso il basso, non per i motivi che tutti pensano.
Vediamo insieme cosa è successo in questo nuovo capitolo di cose che succedono intorno ai brand più famosi del mondo videoludico.

Anthem, ritoccati i drop rate per il bene dei giocatori?

Anthem, data la sua natura ancora estremamente giovane, ha già subito una notevole quantità di ritocchini: dalla nascita del titolo su EA Access al Day One effettivo il titolo ha ricevuto già una patch di enormi dimensioni. Qualche ora dopo il rilascio di quest’ultima Bioware ha rilasciato un’ ulteriore aggiornamento in cui modificava i drop rates degli oggetti, abbassandoli. Molti giocatori hanno tacciato tale mossa come negativa per il gioco perché ne allungava artificialmente la longevità.

Il producer di Anthem, Ben Irving, ha recentemente spiegato in quel di Reddit, le motivazioni dietro questo cambio e come queste siano state fatte unicamente per riportare il titolo agli equilibri di cui inizialmente era dotato.

Il messaggio, rintracciabile all’interno di Reddit, recita le seguenti parole:

 

“Durante la patch di questo venerdì, ci siamo accorti di aver fatto un qualche tipo di errore che minava l’equilibrio del gioco aumentando le percentuali di drop di determinati oggetti. Poiché questa non era una cosa voluta dagli equilibri del gioco, abbiamo deciso di riportare tali percentuali al loro status originario. Ci siamo accorti del problema ed abbiamo rilasciato una patch correttiva di piccole dimensioni undici ore dopo  il rilascio della day one patch. Non abbiamo comunicato questo cambiamento perché ci abbiamo messo qualche giorno per capire correttamente la natura del bug che modificava i drop rates.

Non è e mai sarà nelle nostre intenzioni modificare in alcun modo il titolo senza essere trasparenti nei nostri cambiamenti, ecco perché siamo qui a rispondere oggi alle vostre domande sulla questione.

Ben.

Nota bene: alcuni percentuali di drop legate a oggetti rari presenti in determinate casse sono stati cambiati, questi cambiamenti sono stati però resi noti all’interno delle patch notes che abbiamo pubblicato in calce al rilascio delle correzioni. 

Il futuro prossimo di Anthem

anthem, guida ai consumabili

In sostanza: Bioware rilascia una patch con qualche bug che aumenta il droprate degli oggetti, Bioware si accorge del problema, lo risolve senza comprenderlo pienamente e spiega con qualche giorno di ritardo il perché di tale mossa. I danni che il bug potrebbe aver fatto sono localizzati in undici ore di gameplay, non abbastanza per far capire all’intera community che ci fosse un bug in tal senso. Le dichiarazioni di Ben Irving non sono stato tuttavia abbastanza per azzittire le polemiche che vedono Bioware voler trasformare in un titolo più complicato.

Ciò che sappiamo per certo è che questa patch, come moltissime altre, è semplicemente una piccola parte di tutti i miglioramenti che il gioco riceverà da qui a più in là. Electronic Arts e Bioware hanno stilato qualche giorno fa una roadmap con tutti i miglioramenti e i potenziamenti che il nuovo shared world shooter della compagnia riceverà nel corso dei prossimi mesi: nuove meccaniche, delle nuove casse e nuovi eventi speciali.

Qui sotto trovate

Aggiornamenti continui:

  • Aggiornamenti per la quality of life del giocatore: correzioni di bug, ottimizzazioni prestazionali e fix di varia natura
  • Ricompense: Monete alleanza settimanali
  • Sfide completabili con cadenza quotidiana
  • Sfide completabili con cadenza settimanale
  • Sfide completabili con cadenza mensile
  • Nuovi oggetti cosmetici inseriti all’interno del negozio

Febbraio 2019

  • Prime settimane di vita per gli eventi in esplorazione libera: Outlaw Outrage, There Be Giants, Shaper Surge

Marzo (Un mondo in evoluzione)

  • Nuovi oggetti cosmetici: Elysian Stronghold Caches
  • Ricompense: nuovi oggetti
  • Nuove missioni: Missioni Leggendarie Fase 1
  • Nuovo evento Esplorazione libera (purtroppo ancora da annunciare)
  • Proseguiranno gli eventi in esplorazione libera Outlaw Outrage e There Be Giants

Aprile (Più forti insieme)

  • Espansione della progressione: Sistema della Maestria
  • Ricompense: nuovi oggetti
  • Multipli eventi in Esplorazione libera (purtroppo ancora da annunciare)
  • Evento in Esplorazione libera: Shaper Surge
  • Nuove missioni: Missioni Leggendarie Fase 2
  • Nuova Roccaforte: The Sunken
  • Social Play: Sfide Roccaforte settimanali, classifiche e Gilde

Maggio (Il Cataclisma)

  • Eventi in Esplorazione libera
  • Nuove missioni
  • Ricompense: nuovi oggetti

Se state giocando in questi giorni ad Anthem ma avete qualche problema di tipo ludico, niente paura; date un’ occhiata alle guide che abbiamo realizzato per l’occasione.

[Guida] Anthem – Guida ai Trofei e agli Obbiettivi
[Guida] Anthem – Come sbloccare il Konami Code
[Guida] Anthem – Come sbloccare nuovi Javelin
[Guida] Anthem – Come creare i Consumabili e guida ai loro effetti
[Guida] Anthem – Guida agli effetti degli attacchi elementali

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!