PSN di Sony nel 2018 ha generato più soldi di tutti i servizi Nintendo messi insieme

PSN di Sony ha generato più soldi di tutti i servizi Nintendo messi insieme

Nintendo sta andando molto bene con le vendite di Nintendo Switch e con gli introiti provenienti dai giochi mobile, ma i dati di queste ultime ore ci dicono che Sony, nel 2018, è riuscita a fare ancora meglio. Grazie alla lungimiranza dell’azienda nell’investire in servizi come PSN e PS Now (che sembra in procinto di arrivare anche qui in Italia), sembra che Sony stia raccogliendo importanti traguardi finanziari, oltre a quelli ottenuti con la console attuale. Ps4, infatti, è vicina ai 100 milioni di unità vendute.


Il dato più significativo e impressionante è questo: nel 2018, il PSN ha fatto guadagnare a Sony più denaro di quanto Nintendo abbia ricavato con tutta la sua intera divisione di hardware, software e servizi messi insieme. Questa osservazione viene da Daniel Ahmad di Niko Partners, importante azienda che si occupa di strategie di mercato, che ha pubblicato su Twitter dei grafici che spiegano bene la situazione.

PSN: gallina dalle uova d’oro in casa Sony

I grafici pubblicati da Ahmad sono molto chiari: il PSN ha generato così tanti soldi nel 2018 che Nintendo non è riuscita a stargli dietro neanche mettendo insieme i ricavi di console, software e servizi. Questo potrebbe dimostrare che i servizi digitali saranno i capisaldi delle generazioni future e che Sony sta già sfruttando alla grande questo mercato.

Nelle prossime generazioni videoludiche vedremo probabilmente il declino del supporto fisico, con grandi investimenti invece in servizi digitali. Nintendo è arrivata in ritardo sul fronte della monetizzazione digitale (come dimostra un secondo grafico condiviso da Ahmad su Twitter), ma per lo meno, l’azienda sta ora cercando di fare ammenda. Nintendo ha recentemente lanciato Nintendo Switch Online, un servizio a pagamento che sembra già avere 8 milioni di abbonati.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Gamingbolt

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

Schermata del titolo di Riot: Civil Unrest

Recensione Riot: Civil Unrest (Nintendo Switch)

Divinity-Original-Sin-2-Traduzione-Italiana

Divinity: Original Sin 2 – la traduzione è stata completata