Sega aveva in mente un vero remaster per i primi due capitoli di Shenmue.

Shenmue I&II

Abbiamo parlato più e più volte di come Shenmue sia stata una saga di grandissima importanza storica e di come il suo nome continui ad aleggiare imperterrito per il nostro mondo videoludico.

Nel corso degli ultimi anni, grazie anche al progressivo successo della saga di Yakuza, abbiamo avuto modo  di testare con mano come può una simile formula di gioco avere riscontro con il pubblico.

La ruota ha ricominciato a girare dopo che Yu Suzuki, game designer dietro il titolo originale, si è alleato con Sony ed ha annunciato qualche E3 fa l’arrivo del terzo capitolo della saga Shenmue, destinato a chiudere i conti lasciati in sospeso nel finale del secondo capitolo.

Shenmue 1 screenshot remake

Quasi come contromossa Sega ha annunciato l’arrivo di un porting in alta definizione per i primi due capitoli della saga, permettendo nuovamente a tutto il pubblico di provare con mano il mondo estremamente nipponico tratteggiato da Suzuki attraverso la storia di Ryo Hazuki e della sua vita quotidiana.

Non sono stati porting privi di problemi ma sono riusciti in un certo senso a colmare una piccola lacuna esistente sul mercato, accontentando anche i cuori dei nostalgici.

Grazie a Digital Foundry abbiamo scoperto una cosa molto interessante: Sega ha lavorato ad un vero e proprio remake di Shenmue (e probabilmente anche di Shenmue II) prima di optare per l’edizione rimasterizzata in alta definizione che poi è arrivata sugli scaffali dei nostri store digitali preferiti.

Vediamo cosa è successo!

Il remake di Shenmue è (stato) realtà!

Con un video di oltre dieci minuti Digital Foundry mostra ciò che è riuscita ad ottenere su questa versione cancellata di Shenmue.

Fin dal principio le cose appaiono chiare: Shenmue per come era stato originariamente pensato da sega doveva comparire con una veste grafica decisamente rinnovata, lontanissima da quella che è stata poi utilizzata all’interno di Shenmue I & II Hd Remaster.

Maggior numero di poligoni, engine di gioco in grado di reggere sistemi d’illuminazione moderni, geometrie migliorate, texture di qualità estremamente superiore: un lavoro molto più simile al remake che al remaster, in sostanza.

Dalle dichiarazioni di Digital Foundry sappiamo che questa versione del titolo era stata realizzata da D3T sino alla fine del 2018, periodo in cui il periodo è stato stoppato in favore di Shenmue I & II Hd Remaster che invece utilizzava sostanzialmente gli asset del titolo originale di Sega e AM2. Sappiamo che il progetto è stato fermato per uno tra questi due motivi: mancanza di tempo o mancanza di Budget.

In tal caso si inizia a comprendere perché questa nuova versione di Shenmue abbia avuto bisogno di un certo supporto post-lancio per correggere bug e varie magagne di natura tecnica; D3T ha dovuto lavorato in fretta e furia al progetto dell’HD Remaster avendo per di più dovuto abbandonare la precedente versione del titolo da lavoro sviluppata.

Siete contenti di come è venuto fuori questo porting in alta definizione di Shenmue?
Preferivate la versione cancellata poi da SEGA?
Nutrite interesse per  l’eventuale versione per Nintendo Switch di cui si parla in giro?

Rimarrete in vita per quando uscirà Shenmue 3 in modo da vedere la fine della saga ideata da Yu Suzuki?

Fatecelo sapere nei commenti!

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

diablo 3 eternal collection

Console a tema per il lancio di Diablo 3 su Switch

Wallpaper The World Ends with You Nintendo DS 2009 nintendo switch 2018

[UPDATE] The World Ends With You Remix: la traduzione italiana potrebbe essere stata copiata