Phil Spencer: “Il Game Pass è una grande opportunità”

phil spencer game pass
Croce e delizia.

La console war, a dispetto di quanto si possa pensare, può anche avere effetti positivi. Ne sa qualcosa il lato boxaro del gaming. Ritrovatasi nel ruolo di inseguitore nei confronti di Sony, e con Nintendo Switch che sta ottenendo vendite a dir poco entusiasmanti, Microsoft ha ideato tutta una serie di iniziative per conquistare sempre più giocatori. Una di queste è senza dubbio il Game Pass. Proprio pochi giorni fa, è stato annunciato che anche i giochi first party Xbox saranno inclusi nel servizio. Proprio per supportare la scelta fatta, Phil Spencer si è esposto in prima persona. Attraverso il suo profilo Twitter ufficiale, il capo della divisione Xbox ha affermato che il Game Pass sarà una grandissima opportunità, anche per i giochi single player.

Phil Spencer dice la sua sul Game Pass

Come tutti i possessori di Xbox One sicuramente sapranno, Microsoft sta facendo di tutto per recuperare terreno nei confronti di Sony. Se il primo passo è stato senza dubbio aprire le porte alla retrocompatibilità, l’azienda di Redmond si è distinta per aver introdotto sul mercato la console più potente al mondo. Stiamo parlando, ovviamente, di Xbox One X. La grande M ha così lanciato il guanto di sfida a Sony, rispondendo come meglio non si potrebbe alla “guerra del 4K“. Inoltre, i forti sconti sulle “sorelle minori” dell’ammiraglia di casa Microsoft sono senza dubbio stati argomenti convincenti. Il Game Pass rappresenta l’ultima mossa del colosso americano per attirare utenza. Definito “il Netflix dei videogame“, il Game Pass si propone come un servizio di streaming, con cui poter giocare ad una vasta quantità di giochi Microsoft, a fronte del pagamento di un canone mensile.

Come già successo in passato, Phil Spencer ha interagito, attraverso Twitter, con i fan di Xbox. Il dirigente ha espresso il suo pensiero, definendo il Game Pass sia come un valido servizio di streaming, non molto diverso da quanto accaduto per lo streaming su TV, sia come una grande opportunità per i creativi. Anche i giochi single player, secondo Spencer, potranno trarre giovamento dal Game Pass. La curiosità nei confronti del servizio sarebbe tanta e tale che diversi studi vorrebbero conoscere le sue performance. Microsoft inizierà ad introdurre i suoi studi first party, ma l’obbiettivo, va da sé, è quello di espandersi anche ad altri sviluppatori.

Le parole d’ordine sono Game Pass e Retrocompatibilità

Phil Spencer, tuttavia, non si è fermato al Game Pass. Il boss di Xbox si è infatti soffermato anche sulla retrocompatibilità, vero e proprio fiore all’occhiello di Microsoft. Spencer ha infatti affermato che sono in arrivo diversi giochi provenienti dal parco titoli della prima Xbox. Tuttavia, il loro approdo su Xbox One potrebbe essere più lento rispetto a quello dei videogame di Xbox 360.

Inoltre, una piccola chiosa su Monster Hunter: World. Phil Spencer era da sempre convinto che Monster Hunter sarebbe potuto diventare un marchio di caratura mondiale. Monster Hunter: World, sotto questo punto di vista, potrebbe essere un grande, grandissimo passo per Capcom.

Proprio per questa ragione, la sensazione è che, nei prossimi mesi, sentiremo molto parlare del Game Pass e di tutte le altre iniziative Microsoft.

Restate sintonizzati per ulteriori news in merito. Se volete approfondire l’argomento, ecco una lista dei giochi inclusi nel Game Pass. Se invece desiderate saperne di più sul servizio, cliccate la nostra guida al Game Pass ed a EA Access.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

microsoft vs valve

Microsoft si lamenta di Valve a causa di Age of Empires

borderlands 3 elon musk

Borderlands 3 potrebbe includere un’arma creata da Elon Musk