PlayStation Vita, comunemente abbreviata come PSVita, non è stata la migliore console di Sony. Le vendite, sopratutto in occidente non sono state buonissime e Sony ha preferito accantonare il progetto per dedicarsi completamente alla sorellona PlayStation 4. Il vice presidente di Sony Interactive Entertainment, Hiroyuki Oda ha annunciato che la produzione della console terminerà nel 2019.

Cosa è andato storto

Quando fu presentata, più di 8 anni fa, aveva un potenziale enorme: un hardware quasi al pari di quello di PlayStation 3 che prometteva faville e ottimi giochi già al lancio. Cosa è andato storto? Il motivo delle scarse vendite rispetto alla console portatile precedente, la PlayStation Portable,  è stato sicuramente il sempre più forte mercato dei giochi per smartphone che ha dato del filo da torcere anche a Nintendo con il 3DS. Quest’ultima tuttavia ha avuto comunque buoni risultati puntando alla realizzazione di ottimi titoli first party, cosa che Sony ha smesso di fare poco dopo l’uscita di PS Vita.

Niente PlayStation Portable 3

Insomma, in un mercato così competitivo dove i first party fanno la differenza, è stata proprio la stessa Sony a lasciar morire la console. Un vero peccato. E’ quasi ironico che la console si chiami “Vita”, non trovate? Per concludere, Oda afferma che per adesso non ci sono piani per una nuova console portatile PlayStation.  Piuttosto di recente è stata annunciata la nuova console per gli amanti del retrogaming, la PlayStation Mini.

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!