L’uscita del Sega Mega Drive Mini è stata posticipata al 2019

mega drive mini

Con l’annuncio odierno della Playstation Classic possiamo dichiarare nuovamente aperta la seconda stagione di fuoco per tutti i collezionisti e gli appassionati delle mini-console.

Da quando Nintendo ha avuto l’idea di tirare fuori il NES mini, una console all in one adatta ai nuovi schermi con al suo interno una selezione di titoli  in grado di soddisfare un buon numero di giocatori di vecchia e nuova data, tutte le maggiori case di produzione hardware hanno deciso di tirare fuori qualcosa del genere.

Abbiamo visto ad esempio SNK tirare fuori il Neo-Geo Mini, una console a forme di cabinato arcade o Sega annunciare l’arrivo del Mega Drive Mini.

Qui parleremo proprio di quest’ultimo, rimandato ancora una volta, stavolta al 2019.

Mega Drive Mini, ma quanto ci fai aspettare?

La mini console made in SEGA era stata annunciata durante il SegaFes 2018; il prodotto è stato ovviamente ispirato dalle console in versione miniaturizzata di Nintendo e tenta di richiamare lo stesso tipo di target attraverso l’uso della nostalgia e dei videogiochi annunciati a corredo.

Nello stesso giorno dell’annuncio della Playstation Classic l’azienda giapponese ha deciso di posticipare l’uscita del suo Mega Drive Mini al 2019. Il ritardo nella release del prodotto è stato giustificato attraverso un Tweet da parte della pagina ufficiale SEGA Japan.

Secondo la traduzione effettuata da Dualshockers la mini-console subirà un ritardo nella release a causa delle grandi richieste in fatto di unità fatte dal mercato occidentale; per ottenere un lancio globale simultaneo di successo, almeno secondo i canoni di SEGA, la console ha bisogno di più tempo.

La mini-console, sviluppata con l’aiuto di AtGames, azienda americana specializzata nella realizzazione di retroconsoles (l’azienda ha già realizzato addirittura una sua versione del Sega Genesis denominata Flashback).

Purtroppo sega non ha specificato la finestra di lancio all’interno del 2019, a noi poveri giocatori non è rimasto che aspettare con pazienza l’arrivo del prossimo oggetto plasticoso su cui gettare i nostri portafogli al grido della nostalgia che abita i nostri cuori e i nostri cervelli.

Noi speriamo di trovare all’interno del Sega Mega Drive Mini qualcosa in più del solito Sonic The Hedgehog, e voi? Fatecelo sapere all’interno dei commenti!

mega drive mini

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

Il Network Test di Dark Souls Remastered è disponibile su Nintendo Switch

Super Seducer 2

Provato per voi – Super Seducer 2: Advanced Seduction Tactics