Bethesda vuole assolutamente il crossplay per The Elder Scrolls Legends

bethesda


Ne avevamo già discusso nel corso dei mesi scorsi più di un paio di volte: il crossplay, di questi tempi specialmente, è un argomento davvero molto spinoso. Da quando Fortnite è stato rilasciato per Nintendo Switch abbiamo visto un susseguirsi di eventi legati all’inclusione del crossplay all’interno dell’ecosistema di Sony.

La prima ad essersi esposta pesantemente sul piano mediatico per quanto riguarda la frangia pro-crossplay è stata Bethesda, parlando proprio di Fallout 76le altre aziende si sono limitate più che altro a divertenti prese in giroPoco importa a Sony che, come abbiamo già visto, dall’alto della sua posizione dominante ha un notevole vantaggio di tipo economico nel tenere lontano il crossplay dal suo mondo.

Bethesda, nel corso della giornata di ieri, è tornata a parlare dell’argomento tirando in mezzo il suo gioco di carte collezionabili: The Elder Scrolls Legends.

Bethesda vorrebbe farci giocare dappertutto ma…

The Elder Scrolls: Legends

Per l’azienda americana il crossplay è una questione di importanza critica per il buon funzionamento del gioco. La questione, non è tanto per il mero videogiocare in multiplayer con il resto degli amici e degli utenti che si possono incontrare, ma è più legata alla presenza di un account esportabile su varie piattaforme.

Bethesda vorrebbe assicurare, tramite la presenza di crossplay su console Sony, la compatibilità assoluta per il trasferire i propri progressi e le proprie partite su qualsiasi tipo di piattaforma. Data la natura di Trading Card Game di The Elder Scrolls Legends, Bethesda vuole rimarcare come l’importanza dei progressi effettuati dal giocatore all’interno di un proprio account sia assoluta data la corrispondenza di questi con le carte possedute, oggetti indispensabili per giocare al titolo.

Non sarà facile per Bethesda.

Passare da una piattaforma all’altra, anche durante il corso di una partita, è uno degli obbiettivi che l’azienda americana si è messa in testa per il suo titolo; obbiettivo ancora irraggiungibile a causa dell’impossibilità di utilizzo di un’ unico account sulle varie piattaforme.

Bethesda vuole insistere con Sony sull’argomento crossplay, nella speranza di far cambiare in qualche modo idea alla compagnia e di lottare per un futuro dove il crossplay tra le varie piattaforme è possibile.

Le possibilità dell’azienda, secondo noi delle redazione di Player.it, non sono particolarmente elevate nonostante le criticità col fianco esposto a causa dell’assente crossplay; chi vivrà vedrà. Ciò che è sicuro è la voglia di guadagno di Sony, mai stata così in vantaggio all’interno del panorama delle console.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

Speciale Cosplay: Blast Maker e il Bastone di Jaina da World of Warcraft

Speciale Cosplay: Blast Maker e il Bastone di Jaina da World of Warcraft

inmost

Annunciato Inmost, il nuovo platform rompicapo di Chucklefish