Arrivano le loot box in Ghost Recon: Wildlands

ghost recon: wildlands loot box

Dopo un periodo di calma apparente, si ritorna a parlare di uno dei temi più scottanti di tutto lo scorso anno. Stiamo parlando, ovviamente, delle loot box. Dopo aver mandato in bestia il web, causando le reazioni più contrastanti che si siano mai viste da un bel po’ di tempo a questa parte, un altro gioco introdurrà queste meccaniche nel suo gameplay. Si tratta di Ghost Recon: Wildlands. Il titolo Ubisoft era rimasto finora immune dalle tanto vituperate loot box, ma di qui a brevissimo anche nell’ultima incarnazione del franchise Tom Clancy’s vedremo comparire le casse premio.

Le loot box sbarcheranno a breve in Ghost Recon: Wildlands

ghost recon: wildlands microtransazioni
Un primo sguardo alle loot box del gioco Ubisoft.

A neanche un anno di distanza dalla sua uscita, Ghost Recon: Wildlands ha riscosso un ottimo successo, sia di pubblico che di critica. Proprio per questa ragione, Ubisoft non ha mai fatto mancare il proprio supporto alla sua creatura. Circa un mese fa, infatti, il publisher francese aveva introdotto una modalità di gioco che avrebbe portato i gamer di tutto il mondo a scontrarsi con Predator, una delle icone della storia del cinema. Anche per questa ragione, probabilmente, non pochi gamer saranno rimasti di stucco nell’apprendere dell’arrivo delle loot box nel videogame Ubisoft. Nonostante sempre più giochi stiano ricorrendo a questo sistema, tra cui anche il prossimo Dragon Ball FighterZ, sono ancora in tantissimi a guardarlo con grande scetticismo.

Tuttavia, con buona probabilità non ci sarà niente di cui preoccuparsi: le loot box presenti in Ghost Recon: Wildlands conterrebbero solo elementi cosmetici. Le casse, chiamate RNG Package, saranno suddivise in due tipologie: Spec Ops e Ghost War. La prima tipologia di casse è indirizzata all’esperienza di gioco single player, e comprenderà unicamente oggetti cosmetici da utilizzare nelle varie missioni. Le seconde casse, invece, conterranno oggetti che potranno essere utilizzati nel PvP. Ciascuna di queste casse costerà 400 crediti, e non conterrà alcun duplicato al suo interno. Il sistema di loot box diventerà operativo attraverso un aggiornamento. Nel momento in cui l’update sarà installato, ogni giocatore riceverà due casse, una di ogni tipo. Ovviamente, chiunque lo desiderasse potrà comprare altre loot box utilizzando denaro reale.

Che cosa conterranno le loot box di Ghost Recon: Wildlands?

ghost recon: wildlands crate
Non ci sarà niente che andrà ad alterare il gameplay.

Dalle varie casse uscirà una gran varietà di armi e veicoli, che saranno categorizzati come “epici” o “esotici“. I Ghost War Crate conterrà delle skin chiamate “Icon”, e possiamo facilmente immaginare che le stesse “armi epiche” e “armi esotiche” altro non siano che delle skin per armi già presenti nel gioco. Tuttavia, Ubisoft ci tiene a sottolineare che tutti gli oggetti che usciranno dalle loot box avranno una natura unicamente cosmetica, e non influiranno in alcun modo né sul gameplay né sul sistema di progressione. In ogni caso, tra bottini “rari”, “epici” e “leggendari”, saranno introdotti quasi 200 nuovi oggetti da sbloccare. Tutto questo, va da sé, terrà occupati i giocatori di Ghost Recon: Wildlands per un bel po’.

Non possiamo sapere quale sarà l’accoglienza che il pubblico riserverà a queste loot box, ma possiamo tirare un piccolo sospiro di sollievo: non ci sarà un nuovo “caso Star Wars: Battlefront II“. Se volete approfondire la questione, cliccate le nostre news sulle possibili loot box in Anthem, della decisione della Nuova Zelanda sulla loro natura giuridica, e sulla fantasiosa soluzione di un giocatore di Star Wars: Battlefront II per ottenere i crediti necessari per comprare le varie crate.

Restate sintonizzati per ulteriori news in merito.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

esports sampdoria lonewolf

Il pro player di FIFA Lonewolf scende in campo per Sampdoria-Roma

Darkest Dungeon in arrivo su Nintendo Switch

Darkest Dungeon arriverà anche in formato retail?