Per Michael Pachter EA inserirà le loot box anche in Anthem

anthem loot box
Anthem avrà le loot box, secondo Michael Pachter

Tanto si è discusso sulla questione delle loot box e delle microtransazioni, e la maggior protagonista di questi dibattiti è stata Electronic Arts che non ha mai nascosto il suo amore per il multiplayer e per le casse ricche di bottini. Secondo Michael Pachter, l’analista più in vista del mondo videoludico, EA inserirà le loot box anche nel suo prossimo gioco: Anthem.


L’opinione di Pachter è che EA abbia fatto comunque tesoro delle esperienze passate, soprattutto per quanto riguarda le feroci polemiche che ci sono state su Star Wars Battlefront II. Le loot box saranno presenti in Anthem, dunque, ma i giocatori che non vorranno acquistarle non si perderanno nulla, perché EA inserirà nelle casse solo oggetti cosmetici. Ecco cosa ha dichiarato Michael Pachter a Gamingbolt:

La domanda che sorge su Anthem è: “EA lo rovinerà come ha fatto con Star Wars o seguirà la strada intrapresa da Overwatch e Destiny, dove il gioco base è divertente da giocare e i pagamenti sono facoltativi?”

EA si è messa nei guai con Star Wars quando ha deciso di far pagare per vincere. Se si fossero limitati a oggetti puramente cosmetici, non credo che nessuno avrebbe detto nulla. Quindi Anthem ha il potenziale per essere come Destiny in termini di esperienza di gioco, e Overwatch in termini di microtransazioni offerte, dove è tutto estetico.

Penso che ora EA sia in una sorta di libertà vigilata con i giocatori. Penso che tutti stiano guardando tutto ciò che faranno, non penso che possano permettersi di mettere un sistema di microtransazioni oneroso in qualsiasi gioco futuro, hanno bisogno di riconquistare di nuovo la fiducia dei giocatori, quindi spero che abbiano imparato da questa esperienza, ma penso che siano persone intelligenti, quindi sono sicuro che faranno la cosa giusta andando avanti. Vedremo.

Questo è ciò che pensa e spera Michael Pachter e probabilmente è anche ciò che sperano i giocatori. Anthem è un action-gdr multiplayer sviluppato da Bioware e prodotto da EA che ci vedrà alla guida di un Freelancer in un mondo post apocalittico fantascientifico, in cui per sopravvivere gli esseri umani hanno bisogno dei Jarvelin, esoscheletri fondamentali per la vita in un mondo ostile. Il game director del gioco, Jonathan Warner, così lo presentò:

Quello che possiamo dire è che in questo mondo selvaggio gli umani si trovano nella parte più bassa della catena alimentare, quindi le persone hanno bisogno di indossare questi esoscheletri chiamati Javelin per poter esplorare il mondo e avere una speranza di sopravvivere.

Anthem uscirà nel corso del 2018 su Xbox One, Playstation 4 e PC.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

Bridge constructor portal recensione

Recensione Bridge Costructor Portal

agony red goddess

Agony: un nuovo trailer ci mostra la sanguinaria Red Goddess