[UPDATE] Rockstar Games si sta impegnando al massimo per trasformare Red Dead Redemption 2 in un successo epocale

Red Dead Redemption 2


Nel 2010 un fulmine a ciel sereno ha squarciato i cieli del mondo dei videogiochi: Rockstar Games, dopo aver acquistato una vecchissima IP di Capcom, rilascia un videogioco open world ambientato nel far west, una novità praticamente assoluta per l’epoca tirando fuori un videogioco a dir poco epocale. Anni e anni dopo, noi poveri mortali siamo riusciti a sopravvivere abbastanza da scoprire la data d’uscita del seguito di tale videogioco.

Non manca tantissimo all’uscita di Red Dead Redemption 2, uno dei titoli più attesi della recente storia dei videogiochi e uno dei titoli da noi più desiderati. Durante una delle ultime conferenza con gli investitori fatta da Rockstar e Take Two il presidente e l’amministratore delegato di quest’ultimo, rispettivamente Karl Slatoff e Strauss Zelnick, hanno parlato della release del western open world e di cosa si aspettano a livello aziendale dal titolo.

[amazon_link asins=’B07DLL9KQL,1911015567,B005EPHUB8′ template=’CopyOf-ProductCarousel’ store=’frezzanet04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’164ee521-9735-11e8-8915-43cb2eed76fc’]

Red Dead Redemption 2 avrà un compito difficile.

Le responsabilità sulla testa di Rockstar Games sono immense: al mondo uno dei titoli più di successo della storia dei videogiochi porta il suo nome e Take Two si aspetta che Red Dead Redemption 2 sia la cosa più lontana possibile da un fallimento commerciale. I vertici di Take Two, nella conferenza sopracitata, hanno dichiarato come essi prendano la release di Red Dead Redemption 2 in modo serissimo, complice anche la finestra d’uscita del titolo che è particolarmente importante.

“A noi piace competere e non ci piace mai dare le cose per scontate, senza dichiarare successi prima che questi avvengano realmente. Facciamo del nostro meglio per creare intrattenimento di qualità e per venderlo nel modo migliore possibile. Abbiamo grandi aspettative per il lancio di Red Dead Redemption 2 durante il mese di ottobre perché è un periodo estremamente vicino alle vacanze, anche se questo significherà doversi scontrare con tantissime altre uscite estremamente di rilievo. Negli anni passati la stessa finestra di lancio è sempre stata sommersa da titoli di grande qualità e appeal commerciale!

La previsione di Rockstar e Take Two è ragionevole: nello stesso periodo di tempo vedranno la luce il nuovo Battlefield, il nuovo Call Of Duty ed altri titoli minori che andranno a impattare sicuramente sul mercato. I mesi conclusivi di questo 2018 saranno estremamente utilizzati dai principali publisher per tirare fuori le loro carte migliori, in attesa della chiusura degli anni fiscali. Per Take Two, nello specifico per Zelnick Strauss, la soluzione starebbe nella pubblicità incrociata su più media.

Rockstar Games ha impiegato sempre tecniche molto creative e variegate quando si è trattato di far pubblicità a uno dei suoi prodotti, perciò possiamo quasi stare tranquilli. Il Rockstar Social Club è una community enorme con dentro appassionati di Grand Theft Auto, di Red Dead Redemption e più in generale di videogiochi fatti da Rockstar Games ed è il bacino perfetto dover fare questo genere di pubblicità.

Massimo impegno e massime aspettative per Red Dead Redemption 2.

Karl Slatoff ha anche parlato della particolare esperienza multiplayer che sarà inserita nel gioco senza però specificare nulla. Non sappiamo quindi se si tratterà di una modalità simile a quella già vista in Grand Theft Auto 5 o se ci ritroveremo davanti Red Dead Redemption Battle Royale Edition.

Ciò che sappiamo, dalle dichiarazioni fatte da Slatoff e Strauss, è che Red Dead Redemption 2 sarà un titolo incredibile, che supererà le aspettative di chiunque in modi che nemmeno ci si immagina. Rockstar Games si sta impegnando al massimo per creare un videogioco epocale, in grado di far nuovamente da pietra miliare nel genere e di portare l’asticella della qualità allo step successivo.

Considerando quello che è successo quando sono usciti Grand Theft Auto V e Red Dead Redemption c’è da dire che le possibilità ci sono; auguriamo, dal nostro piccolo, tutto il bene del mondo a Rockstar e soci, nella speranza di vedere un nuovo apice della storia dei videogiochi.

Red Dead Redemption 2 è atteso il 26 Ottobre 2018 per PS4 e Xbox One, si spera che in futuro il titolo possa approdare anche sul mercato PC, esattamente come è successo per Grand Theft Auto V.

Red Dead Redemption 2

[UPDATE] Oggetti in crossplay tra GTA V e Red Dead Redemption 2?

Qualche rigo sopra abbiamo parlato di strategie di cross marketing che Rockstar Games e Take Two metteranno in pratica per tirare fuori il miglior risultato commerciale possibile dal titolo.

Sembra proprio che la campagna pubblicitaria per il titolo sia cominciata sin da ora e per protagonista ha un’ ascia di pietra!

Red Dead Redemption 2

Trovando la sopracitata ascia di pietra all’interno di Grand Theft Auto Online sarà possibile per questi trovarla anche all’interno di Red Dead Redemption 2 una volta acquistato il titolo.

Per trovare quest’oggetto all’interno di GTA Online i giocatori dovranno tenere sott’occhio dei messaggi testuali inviati da Maude Eccles. Questi indicheranno diversi bersagli da eliminare all’interno del gioco, una volta compiuta e ripetuta la mattanza il sistema di gioco sbloccherà la location dove sarà contenuta la fantomatica ascia di pietra (o Tomahawk che dir si voglia). Ottenuta l’ascia sarà possibile, inoltre, partecipare ad una competizione particolare basata sul numero di kill eseguite con questa arma, per guadagnare 250.000 dollari all’interno di GTA Online e sbloccando definitivamente l’arma su Red Dead Redemption 2 il giorno della sua release.

Questa tipologia di evento era stato già realizzato da Rockstar lo scorso anno con la release di una particolare tipologia di Revolver.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

Ecco i giochi della Games Workshop presentati al Gen Con

Ecco i giochi della Games Workshop presentati al Gen Con

Fortnite

Fortnite su Android non verrà distribuito tramite il play store