Platinum Games parla dei progetti attuali e di quelli futuri

yoko taro platinum games

Game Informer ha pubblicato in queste ore un’intervista esclusiva con Atsushi Inaba, a capo dello sviluppo nonchè producer di Platinum Games. L’argomento del discorso sono stati i piani futuri della software house. Inaba ha detto che la compagnia sta diventando sempre più interessata nella pubblicazione autonoma dei propri titoli e nel creare i propri giochi, dopo aver lavorato con un sacco di IP provenienti da Hollywood.

Ecco qualche informazione in più da uno stralcio di intervista tradotto per l’occasione da noi dalla lingua inglese. Salta fuori il quadro complessivo di cosa Platinum Games ha attualmente in lavorazione, e cosa potremo aspettarci nel prossimo anno fiscale. Al memento le ultime informazioni sulla software house riguardavano un nuovo titolo in cantiere, probabilmente in esclusiva per Nintendo Switch.

D: Quindi, su cosa si sta concentrando Platinum Games ultimamente?

R: Uno dei punti di interesse attuale per Platinum Games è creare IP proprie, i nostri giochi. Fino ad adesso ovviamente abbiamo lavorato su IP originali, per un numero particolarmente ampio di publisher. Abbiamo anche lavorato ad altre IP provenienti dal mondo di Hollywood, ma stiamo diventando sempre più interessanti all’idea di auto pubblicare i nostri titoli.

yoko taro platinum games
Platinum Games

D: Come potrebbe sembrare una cosa simile? Anche ai vostri occhi

R: Nel corso dell’ultimo anno abbiamo aperto molto la compagnia al “Chiunque può realizzare un gioco”, e quindi abbiamo ricevuto qualcosa come 70 diversi documenti di design da persone diverse. E se volete tenere conto delle idee random raggranellate nel processo, c’è davvero molta carne al fuoco.

Quindi abbiamo diluito, quest’anno, tra ciò che volevamo davvero avesse la precedenza e cosa no. Al momento siamo concentrati su due specifici design allo stesso momento, due diverse idee sono in lavorazione

D: Sono tutte idee per titoli di grosso calibro, o c’è spazio anche per titoli indie? Avete intenzione di realizzare un piccolo titolo, in stile indie?

R: Non possiamo sfornare un tripla A da più di dieci milioni di dollari, perchè non abbiamo tutti quei soldi in quanto sviluppatori indipendenti. Tuttavia, non abbiamo intenzione di percorrere la strada degli indie al momento, non con poche persone in un team a realizzare un gioco, probabilmente ci incontreremo a metà strada, venti persone nello staff per realizzare un gioco, in modo che la situazione sia ancora del tutto salutare.

Su Player.it ricordiamo che è possibile trovare una quantità non indifferente di notizie, recensioni e speciali a tema videogames, e i Platinum Games non mancano all’appello. Tra gli ultimi articoli di qualità che vi abbiamo offerto, campeggia propria la riedizione di Bayonetta recentemente annunciata da SEGA, in dirittura d’arrivo su Nintendo Switch mentre Bayonetta 3 attende il completamento dello sviluppo.

Link fonte articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Simone Pettine

Mi piace leggere, scrivere, videogiocare, approfondire la mia conoscenza delle lingue indoeuropee e mangiare i bambini.

Magic The Gathering

Magic The Gathering: 2017 Videogames Edition Ep.1

Ghost of Tsushima: per Michael Pachter potrebbe rivelarsi un flop