PlatinumGames: una nuova IP in cantiere

platinumgames nuova ip


Gli ultimi mesi sono di certo stati un periodo molto movimentato per PlatinumGames. Febbraio è stato il mese del rilascio ufficiale di Nier: Automata, approdato successivamente anche su PC, come accaduto con Bayonetta lo scorso 11 Aprile. Nonostante il continuo susseguirsi di voci inerenti alla sorte di Scalebound, Atsushi Inaba ha stupito tutti, dichiarando che lo sviluppatore è a lavoro su una nuova IP.

PlatinumGames è a lavoro su un nuovo gioco

In occasione di un keynote tenutosi al BitSummit a Kyoto, Atsushi Inaba, producer e co-fondatore di PlatinumGames, insieme a Shinji Mikami e Hideki Kamiya, ha svelato l’esistenza di un nuovo progetto in cantiere. Il gioco in questione, sempre secondo le dichiarazioni di Inaba-san, sarebbe ancora agli stadi primordiali del suo sviluppo, e prevederà l’ingresso di un nuovo director, che farà crescere sia il titolo che la compagnia stessa.

La nuova IP è ancora senza forma

Nonostante il lavoro sia solo all’inizio, Atsushi Inaba ha continuato il suo discorso arrivando a toccare anche il futuro di PlatinumGames. Lo studio di sviluppo manterrà la politica di rilasciare almeno un gioco all’anno, nonché di creare nuovi titoli per i fan. Il produttore ha inoltre dichiarato che altre informazioni saranno svelate alla prossima occasione, invitando i fan a restare sintonizzati.

Altre informazioni sulla nuova IP

platinumgames nuova ip

Non è la prima volta che sentiamo parlare di questo nuovo titolo. In occasione della scorsa edizione del BitSummit, Inaba si è molto dilungato a parlare dell’intenzione di PlatinumGames di avere il completo controllo su questa sua IP, e, evidentemente, i piani stanno rispettando le parole del producer.

Purtroppo non sono state rilasciate ulteriori dichiarazioni in merito, quindi ci toccherà attendere il prossimo evento di settore, magari l’oramai vicino E3, per ottenere nuove informazioni. Non possiamo che rivolgervi, allora, lo stesso invito di Inaba-san: restate sintonizzati!

Fonte: DualShockers

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

Annunciati i Primaris Space Marines

Recensione Prey