HOME » news

Il nuovo gioco di Battlefield sarà grandioso, parola di EA

battlefield nuovo gioco

Si è discusso parecchio di Electronic Arts negli ultimi tempi. La chiusura di Visceral Games, con i conseguenti retroscena emersi dalle parole di alcuni suoi ex dipendenti, hanno fatto in modo che in molti pensassero che EA tenga più ai suoi giochi votati al multiplayer che non a quelli strutturati per essere dei single player. Nonostante tutte le smentite del caso, la questione è ben lungi dal considerarsi chiusa. In ogni caso, poche ore fa EA ha tenuto una conferenza per i suoi azionisti ed analisti, relativa al trimestre dell’anno finanziario appena concluso. Al di là di tutti i dati relativi alle entrate e ai ricavi, Electronic Arts si è anche soffermata sul nuovo gioco di Battlefield, affermando che sarà un gioco grandioso, stupefacente dal punto di vista grafico, ed incredibilmente immersivo.

EA parla del nuovo Battlefield

battlefield ea
Una serie di grande successo

Tra i franchise di maggior successo a marchio EA, possiamo sicuramente annoverare Battlefield. La serie ha debuttato 15 anni fa, nel lontano 2002, ed ha segnato dei nuovi standard per i first person shooter. Capitolo dopo capitolo, l’fps targato Electronic Arts è riuscito ad imporsi come uno dei migliori shooter in circolazione, insidiando il trono dell’fps più famoso al mondo: Call of Duty. Ogni anni si rinnova il duello tra le due serie, che si sfidano su chi riuscirà a coinvolgere maggiormente il pubblico dei giocatori. Dopo il mezzo passo falso registrato con Battlefield Hardline, il publisher americano ha deciso di tornare alle origini. Il capitolo successivo della serie si incentrò su un conflitto che nessun gioco aveva mai esplorato: la Prima Guerra Mondiale. Battlefield 1 fu un successo, tanto da spingere, tra le varie cose, il suo diretto concorrente a lasciar perdere le guerre del futuro.

ea battlefield
Una ricostruzione storica stupefacente.

La domanda, a questo punto, sorge spontanea: come si fa a migliorare la formula di Battlefield 1? Durante l’assemblea degli azionisti, EA ha parlato proprio di questo. Prima di tutto, il Chief Financial Officer Blake Jorgensen ha confermato che l’uscita del nuovo gioco del franchise è prevista per l’anno fiscale 2019, che, per i non esperti in materie economiche e finanziarie, inizierà il prossimo 1 Aprile 2018 per poi terminare il prossimo 31 Marzo 2019. Successivamente, subito dopo Jorgensen, a prendere la parola è stato Andrew Wilson, il Chief Executive Officer di EA, ha menzionato il nuovo gioco di Battlefield, definendolo “stupefacente da un punto di vista grafico“, e “profondamente immersivo“.

Come migliorare una formula già vincente?

ea nuovo gioco battlefield
Torneremo alle guerre moderne?

Inutile dire che la curiosità dei giocatori, dopo queste parole, sia cresciuta non poco. Battlefield 1, infatti, era riuscito a lasciare il segno nella sua enorme fanbase proprio per l’enorme dettaglio grafico mostrato, capace di segnare nuovi standard nel mondo degli fps. Come potrà il suo successore migliorare questo punto di forza della serie? Ai posteri l’ardua sentenza, ma EA ha sempre dimostrato di sapere il fatto suo. Se volete approfondire la conferenza del publisher americano, leggete la nostra news relativa alla difesa, da parte del publisher, della scelta di chiudere Visceral Games.

Restate sintonizzati per ulteriori news in merito.

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

EA Visceral Games

Visceral Games: le rassicurazioni di EA per il futuro

Il pluriacclamato “Owlboy” sarà disponibile in versione retail