PEGI 18+: in UK i genitori che non vigilano saranno denunciati


Nuova stretta sui videogiochi violenti in Gran Bretagna. La Nantwich Education Partnership, un ente che si occupa della tutela dei minori, ha oggi pubblicato una lettera aperta su tutti i quotidiani del Paese lanciando un monito: facciamo rispettare il PEGI 18+ o saranno guai.


pegi-18-uk-genitori-denunciati

Per chi non lo conoscesse, il PEGI 18+ è il bollino applicato ai videogiochi violenti o con contenuti sessuali che vengono messi sul mercato esclusivamente per un pubblico maggiorenne. Sempre più adolescenti, denuncia il NEP, vengono in contatto con videogiochi come Call of Duty o GTA o direttamente, oppure vedendo altri adulti giocarci. Questo è un comportamento non educativo e fuorilegge, e per questo ora minaccia di denunciare alla polizia tutti i casi di violazione di cui verrà a conoscenza. Ad essere denunciati non sono, per una volta, i venditori o i produttori, ma i genitori che non vigiliano perché la legge c’è, basta applicarla. La lettera riporta tra gli esempi negativi anche un fantomatico “Dogs of War” che forse è God of War oppure Watchdogs, non lo sapremo mai, ma nella loro ignoranza probabilmente questo è il primo tentativo sensato di porre un limite non censorio ai videogiochi violenti.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Borderlands: The Handsome Collection – Recensione

DriveClub: il video dell’Expansion Pack MotorStorm