Captain Spirit non sbloccherà né Trofei né Obiettivi

captain spirit trofei e obiettivi


Lo sviluppatore di Life is Strange, Dontnod Entertainment, ha confermato che The Awesome Adventures of Captain Spirit non conterrà né Trofei né Achievements da sbloccare durante l’avventura. Questa notizia è stata rivelata da Raoul Barbet di Dontnod durante un’intervista rilasciata al portale Stevivor. Chi giocherà lo spin off ambientato nell’universo di Life is Strange lo dovrà fare per vivere una bella esperienza narrativa e non per rimpinguare la propria lista Trofei.


La mancanza di trofei può essere una delusione per i cacciatori che non vedono l’ora di cominciare un nuovo titolo per fare man bassa di bronzi, argenti e ori e scalare la montagna di platino. Il titolo di Dontnod è un capitolo indipendente di due ore pensato per preparare i fan a Life is Strange 2, ed è stato inizialmente presentato come una sorta di demo. Questa era almeno l’opinione di coloro che hanno visto il trailer all’E3, ma Dontnod ha voluto allontanare questa ipotesi. The Awesome Adventures of Captain Spirit non è una semplice demo. Ecco cosa ha dichiarato Barbet:

Non direi che si tratta di una demo. Diciamo che è relativo alla nostra personale esperienza. È un’esperienza stand-alone. Significa che se non conosci Life is Strange, puoi giocarci e scoprire il tipo di gioco che stiamo creando e, spero, il DNA di Life is Strange. Certo, se conosci Life is Strange puoi trovarci molti riferimenti in Captain Spirit.

Dontnod lo definisce una “introduzione perfetta” al sequel in arrivo. Ricordiamo infatti che il primo episodio di Life is Strange 2 ha finalmente una data di rilascio.

The Awesome Adventures of Captain Spirit uscirà lunedì 25 giugno per PlayStation 4, Xbox One e PC. Ricordiamo anche che il download del gioco sarà disponibile gratuitamente, quindi, anche se siete cacciatori di trofei vi consigliamo di dargli comunque una chance. Che cosa vi costa? Nulla, appunto.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Playstation Life Style

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

Recensione: Super Fantasy, la notte dei Morti Male

Recensione: Super Fantasy, la notte dei Morti Male

La serie di The Witcher avrà scene aggiuntive che non faranno parte degli episodi

The Witcher, scene anti-spoiler per i casting della serie