Friday the 13th non riceverà più alcun tipo di contenuto

friday the 13th
Friday the 13th, videogioco di Venerdì 13, non riceverà più alcun tipo di contenuto


Gun Media ha confermato che il videogioco Friday the 13th, ispirato alla famosissima saga horror con protagonista Jason Voorhees, l’assassino con la maschera da hockey, non riceverà più alcun tipo di contenuto. Questa decisione non è un capriccio degli sviluppatori, ma è dipesa da una causa legale ancora in corso che impedisce di apportare modifiche significative al videogioco. Gun Media non può più toccare in alcun modo Friday the 13th finché non si risolverà questa disputa.


Scrivendo in un post sul forum ufficiale del gioco, il co-creatore Wes Keltner ha rivelato che le dispute legali in corso per il videogioco di Venerdì 13, coinvolgono lo sceneggiatore del film originale. Costui non avrebbe dato alcun consenso per affidare la proprietà intellettuale agli sviluppatori. Allo stato attuale, dunque, Gun Media non può garantire più il supporto al gioco. Ecco cosa ha scritto Keltner:

Lo sviluppo dei giochi non può semplicemente fermarsi indefinitamente e riprendere di nuovo; non funziona in questo modo. Non possiamo continuare a sviluppare contenuti che potrebbero non vedere mai la luce del giorno. Non possiamo nemmeno aggiungere contenuti correlati a Venerdì 13. Non possiamo aggiungere alcun contenuto, qualunque cosa. Nada.

Venerdì 13 ha nel tempo vari aggiornamenti prima che cominciasse questa disputa legale. Tra questi ci sono l’aggiunta di Uber Jason, una versione futuristica del noto serial killer, e compagni extra nel campo base con cui collaborare per uccidere Jason o da uccidere se impersonate il cattivo.

Gun Media ha fatto sapere che continuerà a migliorare il titolo con correzioni di bug e facendo il supporto per la manutenzione (queste due pratiche non sono vietate durante una causa legale), anche se il futuro DLC sembra essere un sogno irrealizzabile. Una domanda, però, sorge spontanea guardando da esterni questa vicenda: perché Gun Media ha portato avanti lo sviluppo del gioco pur non avendo la licenza? Può essere davvero così? O è lo sceneggiatore che ha deciso di cercare un pelo nell’uovo per un tornaconto personale? Non abbiamo le risposte a queste domande, non possiamo fare altro che aspettare che la legge si pronunci.

Friday the 13th è stato rilasciato su PlayStation 4, PC e Xbox One a maggio 2017. Nel caso vogliate cimentarvi con questo titolo, abbiamo scritto una guida su come uccidere Jason Voorhees.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Videogamer

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

Duke Nukem 3D 1

Duke Nukem 3D: alieni, easter eggs e violenza

Sony

Nintendo, Microsoft e Minecraft prendono in giro le politiche anti cross-play di Sony